Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Elezioni, Letta e le sinistre fucsia si schierano dalla parte di Draghi

Le sinistre fucsia e la loro visione ultracapitalistica del mondo

Di Diego Fusaro

28 Luglio 2022

Elezioni, Letta e le sinistre fucsia si schierano dalla parte di Draghi

Fonte: Imagoeconomica

Sul suo profilo Twitter, Enrico Letta ha cinguettato recentemente in difesa dell'euroinomane di Bruxelles, Mario Draghi, ex Goldman Sachs. Si è addirittura avventurato a parlare di "tradimento" compiuto dall'Italia ai danni di quello che, evidentemente, a Enrico Letta e alle sinistre fucsia pare il più importante politico della storia recente, il più saldo punto fermo del loro immaginario politico. Dovrebbe ormai essere universalmente chiaro. Le sinistre fucsia filobancarie chiamano "tradimento" ogni tentativo di non difendere strenuamente la visione del mondo del neoliberismo cosmopolita finanziario. In questo, le sinistre sono riuscite a rendere perfino superflue le destre stesse, meglio incarnando ultimamente lo spirito di difesa dell'ordine costituito che un tempo si esprimeva soprattutto a destra. Insomma, lo ripetiamo per l'ennesima volta: la sinistra, transitata dal glorioso rosso al risibile fucsia, rappresenta tutto ciò contro cui Marx e Gramsci hanno combattuto. Quasi impossibile, del resto, non immaginare ipoteticamente Marx e Gramsci sul lettino dello psicanalista che provano a capire come sia stato possibile che le sinistre siano divenute quel che attualmente sono, ossia le guardie fucsia del capitalismo globalista.

di Diego Fusaro

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x