Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Antonio Tajani, età, curriculum, figli, moglie, padre, origini: tutto su di lui

Tutto su Antonio Tajani, dalla vita privata alla carriera: iniziò come giornalista per poi entrare in politica

25 Gennaio 2022

tajani

Antonio Tajani è un noto politico con una lunga e ricca carriera alle spalle: scopriamo tuto su di lui, dall'età alla famiglia d'origine, alla moglie ai figli, dal curriculum alla carriera.

Chi è Antonio Tajani

Oggi è vicepresidente e coordinatore unico nazionale di Forza Italia. Prima di intraprendere la carriera politica è stato anche giornalista e poi ufficiale italiano. Dal 17 gennaio 2017 al 3 luglio 2019 ha rivestito la carica di presidente del Parlamento europeo. Secondo rumor raccolti da Il Giornale d'Italia, lui potrebbe essere il nuovo Presidente della Repubblica dopo Sergio Mattarella. Conosciamolo meglio.

Biografia, origini e famiglia

Antonio Tajani è nato a Roma il 4 agosto 1953. Oggi ha 68 anni. La sua famiglia d'origine è composta dalla madre, Augusta Nardi, insegnante e dal padre, Raffaele Tajani, ufficiale dell’Esercito di Vietri sul Mare, in provincia di Salerno. La madre lavorava a Ferentino, in provincia di Frosinone.

Tajani ha ottenuto il diploma presso il liceo ginnasio Torquato Tasso di Roma. Poi si è laureato in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Dal 1974 al 1975 è stato ufficiale dell'Aeronautica Militare Italiana. Successivamente ha frequentato il corso di alta specializzazione della difesa aerea presso Borgo Piave di Latina. Poi ha assunto anche il ruolo di controllore della difesa aerea presso la base radar di San Giovanni Teatino.

Vita privata: moglie e figli

Antonio Tajani è molto riservato per quanto riguarda la sua vita privata. Nel 1989 ha sposato Brunella Orecchio. Con la moglie ha avuto due figli.

Curriculum

Dopo aver visto la sua formazione, ecco tutti gli step della sua carriera. Iniziò come giornalista per poi entrare in politica.

Carriera giornalistica

Tajani è giornalista professionista dal 1980. Prima è stato cronista parlamentare e tutti a Montecitorio lo ricordano come un collega d’assalto. Poi è diventato redattore de "Il Settimanale". Ha fatto successivamente un'esperienza in qualità di conduttore televisivo in Rai del Gr1. Dal 1987 al 1993 è diventato anche responsabile della redazione romana del quotidiano "Il Giornale", sotto la direzione di Indro Montanelli. Dal 1983 al 1987 è stato inviato speciale in Libano, Unione Sovietica e Somalia.

Carriera politica

Quando era giovanissimo fu un militante del "Fronte Monarchico Giovanile". Era il movimento giovanile dell'Unione Monarchica Italiana, nata come organizzazione studentesca separata da quest'ultima. Antonio Tajani ricopriva la carica di vicesegretario.

Durante il periodo della discesa in campo nella politica di Silvio Berlusconi, è stato uno dei fondatori di Forza Italia nel 1994. Ne è diventato membro del consiglio direttivo. Mantenne anche l'incarico di coordinatore regionale del partito nel Lazio fino al 2005. Nel primo governo Berlusconi è stato contemporaneamente portavoce della presidenza del Consiglio dei ministri.

Nel giugno 1994 viene eletto europarlamentare nella lista di Forza Italia in occasione delle elezioni europee. A luglio entrò nel Parlamento europeo.

Alle elezioni europee del 1999 viene confermato al Parlamentare europeo nelle sue liste, diventandone capodelegazione di Forza Italia e facendo parte di varie commissioni, tra cui Affari esteri, Difesa e Sicurezza.

Alle elezioni amministrative del 2001 è stato candidato a sindaco di Roma per la coalizione di centro-destra la "Casa delle Libertà". Perse però al ballottaggio contro il candidato della coalizione di centro-sinistra "L'Ulivo", nonché segretario dei Democratici di Sinistra Walter Veltroni. Dal 2002 Tajani è uno dei 10 vicepresidenti del Partito Popolare Europeo. 

Nel 2008 assunse il ruolo di Commissario europeo per i Trasporti.

Presidente del Parlamento europeo

Antonio Tajani diventa nel 2017 il nuovo presidente del Parlamento europeo. Lui è stato il primo italiano a ricoprire tale carica dopo 38 anni d’assenza. Prima di lui aveva assunto quel ruolo il democristiano Emilio Colombo dal 1977 al 79.

Durante la campagna elettorale delle elezioni politiche del 2018, venne indicato più volte dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, come possibile candidato alla presidenza del Consiglio dei ministri. Il 1º marzo accettò pubblicamente la designazione offertagli del partito.

Forza Italia

Il 5 luglio 2018 Berlusconi nomina Antonio Tajani vicepresidente di Forza Italia. Decise di non ricandidarsi più alla carica di presidente del Parlamento europeo. Fu sostituito nel 2019 da David Sassoli del Partito Democratico. Eletto Presidente della Commissione per gli affari costituzionali del Parlamento europeo, a fine mese viene anche eletto Presidente della Conferenza dei presidenti di commissione.

Il 21 novembre 2019 venne eletto poi vicepresidente del Partito Popolare Europeo.

Dopo la nascita del governo Draghi, il 15 febbraio 2021 è stato nominato da Berlusconi come coordinatore unico nazionale di Forza Italia. In questo ruolo è affiancato da Anna Maria Bernini come vice-coordinatrice nazionale.

Curiosità

Oltre all'italiano, Antonio Tajani parla correntemente inglese, francese e spagnolo.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x