Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Quirinale, per le elezioni intensificata la presenza di forze dell'ordine: schierati 800 agenti

Circa 800 agenti delle forze dell'ordine sono stati schierati attorno a Montecitorio in vista delle elezioni per il Quirinale: allerta massima per la "minaccia no vax"

25 Gennaio 2022

Quirinale, per le elezioni intensificata la presenza di forze dell'ordine: schierati 800 agenti

Fonte: lapresse.it

Sono circa 800 gli agenti delle forze dell'ordine schierati in occasione delle elezioni per il Quirinale. Militari di polizia, carabinieri e guardia di finanza sono presenti nel quadrilatero di strade attorno a Montecitorio al fine di intensificare i controlli nella zona in prossimità della Camera dei Deputati. Una disposizione decisa per far fronte al crescente clima di tensione in atto nel Paese a seguito della pandemia, ma soprattutto per contrastare la presunta "minaccia no vax". Sono diversi infatti i parlamentari sotto scorta a causa delle minacce di persone contrarie alle attuali restrizioni anti Covid.

Quirinale, schierati 800 agenti delle forze dell'ordine

Rimane alta l'allerta per i 1.009 grandi elettori riuniti in questi giorni a Roma per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Già nel pomeriggio di domenica era stato istituito un rafforzamento del servizio di vigilanza nei pressi dei principali palazzi istituzionali: Montecitorio, Palazzo Chigi, Palazzo Madama e il Quirinale. Gli 800 agenti presenti nei pressi della Camera avranno non soltanto compiti di presidio e ordine pubblico, ma anche di vigilanza dinamica. Presenti sul posto anche gli uomini degli artificieri, della Digos e le unità cinofile.

Controlli e transennamenti anche tra via dell'impresa e via dei Prefetti. Previsti inoltre interventi di bonifica del sottosuolo, con annesso controllo degli accessi principali all'area interessata. L'intera zona sarà poi ovviamente sorvegliata dall'alto dagli elicotteri, al fine di individuare in breve tempo eventuali criticità.

Nella giornata di martedì 25 gennaio le votazioni inizieranno alle ore 15. Lo slittamento si è reso necessario per permettere ai parlamentari di partecipare ai funerali del deputato Vincenzo Fasano, scomparso domenica 23 gennaio. A partire da mercoledì le votazioni dovranno invece iniziare alle ore 11 del mattino. Nel primo scrutinio di lunedì sono state 672 le schede bianche conteggiate, a cui si aggiungono 36 preferenze per Paolo Maddalena, 16 per Sergio Mattarella e 9 per Marta Cartabia.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x