Sabato, 23 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Renzi si "prende" la Russia: entra in una grande società di car sharing

Il leader di Italia viva è nel board di Delimobil, azienda dell'imprenditore Vincenzo Trani che si sta preparando alla quotazione alla borsa di Wall Street

11 Ottobre 2021

Renzi si "prende" la Russia: entra in una grande società di car sharing

Fonte: lapresse.it

Dopo l'Arabia, per Matteo Renzi arriva la Russia: da agosto l'ex Premier è entrato a far parte del Consiglio di amministrazione di Delimobil, la più grande società italiana di car sharing in molte città tra cui Mosca. Il colosso, il cui socio di riferimento è l'imprenditore napoletano, Vincenzo Trani, ha sede a Lussemburgo e si sta preparando a essere quotata alla borsa di Wall Street.

Renzi si "prende" la Russia: entra in una società di car sharing

Matteo Renzi ha già incarichi in Arabia Saudita, dove è membro del Future Investment Initiative. La fondazione fa capo a Mohammad bin Salman (considerato dalla comunità internazionale il mandante dell'omicidio del giornalista Jamal Kashoggi). Ora, quindi, un altro incarico da cui Matteo Renzi si dovrà difendere dalle polemiche. "Tutte le mie attività sono attività assolutamente disciplinate dalla legge e quindi come tali riguardano la mia sfera privata: non sono il cinque per cento sulle mascherine, se questa è la domanda", ha fatto sapere l'ex Premier a Matera.

"Il senatore Matteo Renzi è molto felice di collaborare all'attività della società Delimobil il cui socio di riferimento, Vincenzo Trani, è un imprenditore napoletano che Renzi stima - ha fatto sapere Italia viva -. La prossima quotazione a Wall Street rappresenta una fase di internazionalizzazione importante a livello globale. Il senatore Renzi, da sempre convinto dell'importanza di valorizzare le competenze degli imprenditori italiani in tutto il mondo, sarà al fianco del dottor Trani in questa sfida. Il settore della sharing economy, delle Smart cities e della mobilità sostenibile è uno dei più affascinanti per il futuro del pianeta: partecipare a questa sfida è molto avvincente. Ovviamente la presenza di Renzi nel board Delimobil rispetta tutte le regole della vigente legislazione italiana".

La notizia ha scatenato però numerose reazioni politiche. Giuseppe Provenzano, vicesegretario del Partito democratico, già protagonista di recente di svariati attacchi a Giorgia Meloni, ad Agorà Rai Tre, ha detto: "Se vuole continuare a fare il business-man sarebbe bene che lasciasse la politica, sono due mestieri diversi. Che un Senatore della Repubblica faccia i suoi interessi privati io penso che sia un grande elemento di degenerazione politica".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x