Giovedì, 28 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Scontri a Roma, battibecco Meloni-Provenzano: "La sinistra vuole fare fuori Fdi"

La leader di Fratelli d'Italia chiede a Letta di prendere le distanze dal vicesegretario dem e rigira al Centrosinistra la patata bollente dei "toni da regime autoritario"

11 Ottobre 2021

Scontri a Roma, Meloni risponde a Provenzano: "La sinistra vuole fare fuori Fdi"

Giorgia Meloni (fonte LaPresse)

Sugli scontri a Roma di sabato 9 ottobre non si ferma il battibecco tra la leader di fratelli d'Italia Giorgia Meloni e il vicesegretario del Partito Democratico Peppe Provenzano. I due hanno iniziato una battaglia a colpi di tweet, non senza calare pesante la mano con etichette e nomi. "La sinistra vuole fare fuori Fdi", è la conclusione di Meloni, che chiede al segretario del Pd Enrico Letta di allontanare i suoi colleghi che fomentano lo scontro in questi giorni dopo l'attacco di Forza Nuova alla sede nazionale del sindacato Cgil.

Battaglia a suon di post: l'accusa di Meloni

Il post che Giorgia Meloni dedica all'antagonista dem riprende quanto denunciato da Peppe Provenzano commentando la presa di posizione di Fdi sui fatti del 9 ottobre. In quell'occasione Meloni non aveva preso posizione, ma si è sentita attaccata dalle parole del vicesegretario Pd che sembra convinto ad andare oltre l'eliminazione di Forza nuova e passare in direttissima allo scioglimento di Fdi. "Il vicesegretario del partito democratico vorrebbe sciogliere il primo partito italiano (oltre che l’unica opposizione al governo). Un partito a cui fanno riferimento milioni di cittadini italiani che confidano e credono nelle nostre idee e proposte", denuncia la leader di Fratelli d'Italia.

"Spero che Letta prenda subito le distanze da queste gravissime affermazioni che rivelano la vera intenzione della sinistra: fare fuori Fratelli d’Italia. O forse i toni da regime totalitario usati dal suo vice rappresentano la linea del Pd? Aspettiamo risposte", conclude l'invettiva di Giorgia Meloni.

Prima Provenzano provoca, poi si difende

Ma che cosa ha scritto Peppe Provenzano per far infuriare tanto Giorgi Meloni? In un tweet il vicesegretario del Pd era stato abbastanza chiaro: "Ieri Meloni aveva un'occasione: tagliare i ponti con il mondo vicino al neofascismo, anche in Fdi. Ma non l'ha fatto. Il luogo scelto (il palco neofranchista di Vox) e le parole usate sulla matrice perpetuano l'ambiguità che la pone fuori dall'arco democratico e repubblicano".

Dopo la denuncia di Meloni, Provenzano ha cercato di abbassare il tiro sentendosi preso di mira: "Una batteria di attacchi nei miei confronti da Fdi", ha twittato. "Chiariamo. Nessuno si sogna di dire che Fdi è fuori dall'arco parlamentare o che vada sciolta. Ma con l'ambiguità nel condannare matrice fascista si sottrae all'unità necessaria forze dem. Sostengano di sciogliere Forza Nuova". Interrogato sul battibecco con la leader di Fratelli d'Italia, Provenzano ha poi ribadito la sua posizione: "Ho già chiarito. Non ho mai detto quelle cose che mi vengono attribuite da Fdi, non ho mai parlato di scioglimento"

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x