Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Conte: "Sul reddito di cittadinanza non si torna indietro"

Per il leader dei Cinque stelle vanno bene le modifiche, ma "di cancellarlo non se ne parla"

05 Settembre 2021

Conte: "Sul reddito di cittadinanza non si torna indietro"

Fonte: lapresse.it

Per l'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte non si torna indietro sul reddito di cittadinanza. È quanto ribadisce in occasione del suo intervento al forum di European House Ambrosetti a Cernobbio, dove le principali personalità della politica italiana sono intervenute sui temi più caldi del momento. Insieme a lui anche altri membri del Movimento cinque stelle, che da sempre difende la misura introdotta per sostenere il diritto al reddito e al lavoro.

Sono di tutt'altra opinione, come si sa, Lega e Fratelli d'Italia, che hanno espresso ancora una volta l'intenzione di portare l'attenzione della maggioranza sull'eliminazione o la revisione totale dell'iniziativa pentastellata. Si fa quindi sempre più teso il dibattito sulla revisione dei conti delle casse dello Stato, che dovrà orientare le scelte fiscali anche in base ai nuovi aiuti europei previsti per finanziare il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Conte: "Misura di necessità, non solo di civiltà"

"C’è chi ne propone l’abolizione, ma il reddito di cittadinanza è una misura di necessità non solo di civiltà, non possiamo tornare indietro, dopo di che discutiamo pure di modifiche che valgano a migliorarne ancor di più l'efficacia", ha affermato il neoeletto leader del Movimento cinque stelle durante il suo discorso proiettato in videoconferenza a Cernobbio.

Di parere contrario i partiti del centrodestra, che si schierano a favore di una completa revisione del reddito di cittadinanza. Non per niente lo scontro tra Conte e il leader della Lega Matteo Salvini durante il meeting di Rimini faceva presagire nuove tensioni sul tema, che potrebbe quindi presto tornare in aula in attesa di una presa di posizione definitiva da parte dell'Esecutivo.

Meloni: "Il Rdc è metadone di Stato"

Il leader del Carroccio Matteo Salvini ha ribadito le sue posizioni in materia di Reddito di cittadinanza durante il forum Ambrosetti: "Oggi riconfermerò il fatto che ho l’onore di mettere la mia prima firma su una proposta di legge finanziaria per eliminare il reddito di cittadinanza, sono 8 miliardi di euro mal spesi che devo tornare nel settore produttivo per creare lavoro vero e non assistenza."

Anche la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni insiste sull'urgenza di nuove proposte per combattere la disoccupazione. Durante il suo intervento a Cernobbio ha infatti commentato: "Non sono d'accordo con Giuseppe Conte che il reddito di cittadinanza sia una buona misura, non lo è: è metadone di Stato, non penso affatto sia una misura di sviluppo. Non è mantenendo le persone nella situazione di difficoltà che si migliora la loro condizione ma è creando attorno a loro le condizioni per uscirne". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x