Venerdì, 21 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

M5s, i grillini espulsi fondano un nuovo partito "tutto da scoprire"

Il battesimo del nuovo progetto politico è fissato per il 3 settembre

30 Agosto 2021

M5s, i grillini espulsi fondano un nuovo partito "tutto da scoprire"

Fonte: Facebook profilo Francesca De Vito

Il 3 settembre è il giorno scelto dagli ex M5S per presentare il loro nuovo partito. La protagonista della prima conferenza stampa dovrebbe essere la consigliera regionale del Lazio Francesca De Vito. Sarà lei a presentare il simbolo e lo statuto della nuova forza politica. Sugli obbiettivi ci sono pochi dubbi: il nuovo partito punta a radunare attivisti e portavoce delusi dal Movimento originale.

M5s, i grillini espulsi fondano nuovo partito

"Gran parte delle ultime scelte politiche oltre all'allontanamento totale dalle nostre battaglie originali, stanno provocando in migliaia di attivisti e milioni di elettori un sentimento di dolore e tradimento", ha scritto sui social De Vito, annunciando per martedì 31 agosto una riunione del suo gruppo, in videoconferenza su Zoom, per fare il punto sulla nuova iniziativa politica. E ancora: "Tutte le decisioni calate dall'alto, compreso il nome della candidata a Milano, Napoli e in Calabria, senza il rispetto della votazione effettuata dagli iscritti, non sono accettabili. Quanto il nuovo 'presidente' si accinge a fare adesso sui territori è decisamente fuori tempo massimo".

"Siamo finiti bolliti come la rana, sciolti e inghiottiti inesorabilmente nelle fauci del Pd", attacca De Vito. "Ormai ciò che era un sogno si è frantumato davanti ai personalismi ed alla volontà di creare un 'partito' dove c'era un progetto sociale prima che politico, che metteva i cittadini al vertice di una piramide rovesciata".

Poi la promessa: "Ora tutta questa rabbia va convogliata in un processo democratico dove i principi ed i programmi che ci avevano resi 'diversi' tornino ad essere rispettati". Il punto di riferimento in Parlamento di questa nuova forza politica potrebbe essere "L'alternativa c'è", ovvero la compagine costituita proprio da ex pentastellati con i quali il gruppo "Parlo agli attivisti" ha già condiviso una manifestazione contro la riforma della giustizia targata Marta Cartabia.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x