Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gazebo M5s distrutto a Milano dai "No-pass", Di Maio: "Vera e propria aggressione"

Il Ministro degli Esteri: "Forze politiche prendano distanze". Speranza: "Immagini terribili, solidarietà"

29 Agosto 2021

Gazebo M5s distrutto a Milano dai "No-pass", Di Maio: "Vera e propria aggressione"

Fonte: lapresse.it

"Incivili, questa di sicuro non è democrazia", queste le parole del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dopo che degli attivisti "no-pass" hanno distrutto un gazebo M5s a Milano. "Gli episodi di ieri a Milano vanno condannati fermamente. Una vera e propria aggressione ai danni degli attivisti del Movimento 5 Stelle che pacificamente in piazza stavano raccogliendo le firme per la presentazione delle liste alle comunali di Milano. Sono stati momenti di tensione e paura, è doveroso che tutte le forze politiche prendano le distante da questa vile aggressione".

Gazebo M5s distrutto a Milano dai "No-pass", Di Maio: "Vera e propria aggressione"

"Aggredire chi fa politica in modo democratico e pacifico è inaccettabile", ha commentato anche il Ministro della Salute Roberto Speranza. "Le immagini dell'assalto al gazebo M5S a Milano sono terribili e non devono più ripetersi. A tutta la comunità del M5S va la mia solidarietà".

"Quello che è accaduto a Milano è di un’estrema gravità. Distruggere il nostro gazebo è stato un vile atto di squadrismo che non può restare impunito", ha commentato anche Gianluca Ferrara, vicecapogruppo M5S al Senato. "Purtroppo - aggiunge - la destra nel nostro Paese sta da troppo tempo seminando odio e rancore e questi sono i risultati. Mi domando dove fossero le Forze dell’Ordine. In ogni caso ci saranno tutti i modi per chiarire ogni punto. Un abbraccio va ai nostri attivisti milanesi e al mio collega Daniele Pesco che con un atteggiamento non violento hanno resistito all’aggressione".

Infine: "Immagino personaggi come Meloni e Salvini come avrebbero fatto i martiri se fosse accaduto ai loro partiti e immagino altresì che risonanza mediatica ci sarebbe stata. L’unica certezza è che, dopo le recenti aggressioni e minacce dalla criminalità organizzata a membri del M5S, anche questo episodio non ci farà retrocedere di un centimetro".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x