Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Consigliera Pd in Toscana dice sì ai Talebani: "Favorevole ai fondamentalisti"

La Consigliera Pd in Toscana Nura Musse Ali: "Sono a favore della presa del potere da parte dei fondamentalisti in Afghanistan, non perché condivida il loro modus operandi"

27 Agosto 2021

Consigliera Pd in Toscana dice sì ai Talebani: "Favorevole ai fondamentalisti"

Fonte: Facebook

Scoppia la bufera sulla consigliera Pd nella regione Toscana Nura Musse Ali, dopo le sue parole in favore dei Talebani. La 35enne consigliera regionale in commissione Pari Opportunità in una intervista aveva applaudito "al ritorno dei talebani". La donna, somala di origine ma pisana di adozione, ha dichiarato: "Forse qualcuno rimarrà sorpreso, ma sono a favore della presa del potere da parte dei fondamentalisti in Afghanistan, non perché condivida il loro modus operandi".

Consigliera Pd in Toscana dice sì al ritorno dei Talebani

"Ritengo che quello che stiamo vivendo fosse una tappa obbligata della storia". Questo perché l'Afghanistan deve "finalmente iniziare il proprio lento cammino verso un’interpretazione evolutiva delle sue leggi e la maturazione del concetto di vita politica e sociale”. Parole, queste, che, inutile dirlo, hanno scatenato la bufera mediatica. I prima a intervenire sono stati per altro gli esponenti del suo stesso partito. Enrico Borghi, della Segretaria Nazionale, ha detto: "Le parole di Nura Musse Ali non rappresentano il pensiero del Pd, che si batte da sempre affinché sia riconosciuto il ruolo delle donne, in Italia come nel mondo". E ancora: "Per questo, nel dissociarci dalle sue parole e nel ribadire la nostra contrarietà verso ogni regime che azzera la dignità delle persone, chiediamo che si dimetta". 

Anche la Lega di Matteo Salvini, appena orfana di Claudio Durigon dimessosi dopo aver dichiarato di essere favorevole all'intitolazione di una piazza la fratello di Mussolini, si è dimostrata su tutte le furie. "Parole gravissime in favore di criminali che ammazzano, stuprano e torturano", si legge in una nota.

Consigliera Pd: "Sì ritorno dei talebani". La reazione del web

Ma non solo la politica, tutto il web si è scatenato contro le parole della Consigliera del Pd in Toscana. "TSO trattamento sanitario obbligatorio", tuona qualcuno. E ancora: "Soliti perbenisti anche all'interno della stessa forza politica". "Io mi preoccuperei di condannare gli accordi di Doha, quello che ha detto Nura Musse Ali è solo un riassunto di quelli", dice però un altro.

Dal canto suo Iacopo Melio scrive: "Nessun fondamentalismo è giusto. Pensare anche solo lontanamente una cosa simile, significa non avere a cuore i diritti umani e civili, a partire da quelli delle popolazioni più svantaggiate che hanno meno risorse, soprattutto culturali, per contrastare odio e violenza. Per questo le parole di Nura Musse Ali, per quanto 'stringate' dai giornali e “corrette” in seconda battuta, sono da condannare senza esitazione: in un periodo storico come questo, non è accettabile che chi ricopre un ruolo importante come componente della commissione pari opportunità, si lasci andare a una simile leggerezza".


 
 
 
 
 
 

 

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x