Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Centrodestra, incontro tra Meloni e Berlusconi: "Incomprensioni superate"

Giorgia Meloni si è recata da Silvio Berlusconi per un summit a Villa Certosa per parlare della Rai e del futuro del centrodestra

03 Agosto 2021

Centrodestra, Meloni e Berlusconi si incontrano: "Incomprensioni superate"

Fonte: lapresse.it

Oggi, martedì 3 agosto, in Sardegna, è andato in scena l'incontro tra il presidente Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, per definire il futuro del centrodestra. Il summit ha avuto luogo a Villa Certosa. Presente pure l'ex ministro della Difesa Ignazio La Russa. Al centro dell'incontro anche lo sgarbo che Lega e Forza Italia hanno riservato a Fratelli d'Italia in merito alle nomine Rai.

Centrodestra, Meloni e Berlusconi si incontrano: "Incomprensioni superate"

A confermare lo sgarbo dovuto all'esclusione di FdI dalle nomine Rai, partecipando alla festa leghista di Milano Marittima attraverso un intervento telefonico, è stato lo stesso presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi. L'ex premier aveva anche fatto presente come il resto centrodestra stesse per "rimediare" nei confronti degli alleati. Fonti di centrodestra citate dalla Lapresse avrebbero parlato però di "incomprensioni già superate". Per questo motivo il summit ha avuto luogo in un "in un clima assolutamente cordiale", mentre "ogni incomprensione" è stata superata. La collaborazione all'interno della coalizione, infine, è stata definita "rafforzata". L'obbiettivo rimane quello di arrivare pronti e uniti alle elezioni politiche del 2023.

Il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani ha commentato l'incontro dei due leader: "Credo che ci sia una situazione di confronto ma andiamo uniti alle elezioni amministrative a Napoli, corriamo uniti a Roma, a Torino e credo che correremo uniti anche in Calabria". "Berlusconi incontra Giorgia Meloni per fare il punto della situazione", ha continuato l'ex presidente del Parlamento Europeo.

E ancora: "Silvio Berlusconi è un federatore e quindi sono convinto che troverà le giuste soluzioni per rafforzare il coordinamento nel centrodestra che è al governo quindi Fi e la Lega, e il centrodestra che è all'opposizione". "La prospettiva - dice poi Tajani - è quella di andare uniti finita la stagione del governo Draghi...", per quanto "si dovrà arrivare con le elezioni nel 2023 ad un confronto tra centrodestra e centrosinistra. A quel confronto noi guardiamo e Berlusconi e Fi stanno lavorando per dare vita ad una coalizione forte quando pensiamo ad un centrodestra unito ad una sorta di forza unica, lo facciamo - ha concluso l'ex presidente del Parlamento europeo - perché dobbiamo preoccuparci non solo di vincere nel 2023 ma di governare fino al 2050, puntando su alcuni punti fermi: Europa e Stati Uniti".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x