Sabato, 25 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid e restrizioni, Salvini contro Draghi: "Sono rammaricato, la libertà è sacra"

Il leader della Lega Matteo Salvini incontra a Palazzo Chigi Draghi e parla di vaccini, Green pass e rientro a scuola in sicurezza: ecco quanto si sono detti

28 Luglio 2021

Covid e restrizioni, Salvini contro Draghi: "Sono rammaricato, la libertà è sacra"

Matteo Salvini (fonte foto Lapresse)

Questa mattina il leader della Lega Matteo Salvini si è recato a Palazzo Chigi e ha avuto un breve ma intenso incontro con il Presidente del Consiglio Mario Draghi su diversi fronti come vaccini anti-Covid, Green pass e scuola. Tra i due c'è stato anche un chiarimento dopo le parole espresse dal premier nell'ultima conferenza stampa? "Sì" - afferma Salvini rispondendo alle domande giornalisti fuori dalla sede del Governo. "Ma - precisa - chiedetelo a lui, non parlo per interposta persona. Ho sottolineato il rammarico perché noi delle Lega stiamo lavorando come matti per tenere insieme tutto e certe considerazioni sono ingenerose", prosegue.

Covid e restrizioni, Salvini contro Draghi: "Sono rammaricato, la libertà è sacra"

A proposito di possibili ulteriori restrizioni Covid, Matteo Salvini dice: "Chiediamo che prima di ipotizzare ulteriori limitazione su trasporti, obblighi su insegnanti e operai, si attendano nuovi dati, perché c'è una stagione turistica in pieno corso e prima di complicare la vita agli operatori commerciali e alle famiglie si attendano nuovi dati. Leggevo sui giornali che già oggi o domani ci sarebbero state nuove restrizioni, così non è", rassicura il leader del Carroccio. Alle nuove limitazioni anti-contagio "ci pensiamo settimana prossima - prosegue Salvini - in base ai dati che per fortuna al momento sono sotto controllo". Inoltre "abbiamo parlato di una scuola in presenza per tutti, senza discriminazioni e senza distinzioni", afferma.

Durante l'incontro con il premier Mario Draghi, Matteo Salvini dice di aver ribadito le sue idee: “Io sono per le libertà, non c’è mondo diviso in no vax e sì vax. Le libertà per me sono sacre, invito tutti coloro che rischiano la vita a vaccinarsi, perché in quel caso il vaccino salva la vita. Ma nessuno mi convincerà mai che obbligare a vaccinare i bimbi di 12 anni sia una scelta utile“, afferma sempre più convinto.  Sulla stessa linea di pensiero sul tema del vaccino anti-Covid ai bambini si trova la collega Giorgia Meloni. Solo qualche giorno fa la leader di Fratelli d'Italia aveva detto: "Sì, mi vaccino. Non sono no vax, non sono contraria ai vaccini, ma se mi chiedi di vaccinare mia figlia, neanche in catene".

Proteste Green pass, Salvini: "Chi manifesta non è No vax"

In ogni caso, sia Salvini che Meloni restano contrari all'obbligo del lasciapassare verde. "Sono contento che non sia passato il cosiddetto modello francese che sarebbe stato molto più restrittivo. Abbiamo cercato di limitare i danni che sarebbero derivati nel caso di applicazione estensiva (nei bar, sui treni, nei luoghi di lavoro). Avremmo tolto i diritti civili a 30 milioni di persone. Vedremo fra 15 giorni", aveva detto lo scorso 24 luglio il leader del Carroccio. 

Quanto invece alle numerose proteste di piazza che si sono verificate nell'ultimo periodo contro il Green pass, Salvini aveva osservato: "Chi manifesta non è No vax. Conosco tanta gente che è vaccinata che si oppone alle restrizioni e che invoca la libertà di scelta. Mercoledì - oggi, 28 luglio 2021, ndr - a Roma saranno in tanti a far sentire la loro voce, non vedo che male facciano. Di certo non sarò io a ghettizzarli. E altrettanto sicuramente non voglio vivere in una nuova Unione Sovietica".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x