Venerdì, 28 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass a scuola e sui mezzi pubblici: il premier Draghi si prepara al Cdm

Mario Draghi è vicino alla decisione finale sui temi scottanti di questi giorni: no al vaccino obbligatorio per gli insegnanti ma sì al Green pass per prendere treni, aerei e navi

28 Luglio 2021

Green pass a scuola e sui mezzi pubblici: il premier Draghi si prepara al Cdm

Mario Draghi (foto LaPresse)

Green pass obbligatorio, ripartenza in presenza della scuola e nuove regole sui trasporti pubblici: sono diversi i nodi che il premier Mario Draghi si sta preparando ad affrontare nel prossimo Consiglio dei Ministri. L'ultima decisione del Presidente del Consiglio sulla certificazione verde continua però a dividere i vertici politici. Con Lega e Fratelli d'Italia da un parte e Pd, Forza Italia e M5s dall'altra lo scontro è più acceso che mai. Mentre Giorgia Meloni porta avanti la sua battaglia - il lasciapassare obbligatorio limita la libertà degli italiani - arriva la replica di Silvio Berlusconi che invece si dice favorevole sia al vaccino anti-Covid che alla nuova misura decisa da Draghi. 

Green pass a scuola e sui mezzi pubblici: il premier Draghi si prepara al Cdm

Il tema principale che verrà affrontato dal Governo sarà senza dubbio quello che riguarda la possibilità di introdurre il Green pass obbligatorio per il personale scolastico, costringendo così tutti gli insegnanti e gli addetti Ata a vaccinarsi contro il Coronavirus. Ad oggi infatti sono ancora più di 222mila tra maestri, professori e commessi che hanno detto no alla somministrazione del farmaco. Numeri che però preoccupano non poco Mario Draghi che, insieme al Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi, vuole evitare a tutti i costi la Dad. Gli effetti della didattica a distanza, come abbiamo visto in questo anno e mezzo, sono stati disastrosi e per questo motivo sia gli insegnanti che i genitori vogliono far tornare i ragazzi sui banchi già dal prossimo settembre.

Nonostante su questa tematica le diverse forze politiche si trovino spesso d'accordo, il nodo scuola sarà il più difficile da affrontare per il Cdm. "Studenti e insegnanti tornano in presenza a settembre, anche dove non sarà possibile il distanziamento", ha detto il ministro Bianchi all'ultima riunione coi sindacati della scuola. Ma è sul fronte vaccini ai docenti che ci sono i maggiori dubbi. "Non ci sarà l'obbligatorietà, almeno per ora", ha rassicurato Bianchi, il quale però ha anche lanciato una "forte raccomandazione" al personale scolastico che non si è ancora vaccinato contro il virus a farlo.

In ogni caso, osserva ancora Bianchi, sicuramente "tutti gli studenti e i docenti utilizzeranno la mascherina a settembre, utile anche per ovviare ai problemi di distanziamento nelle aule". Per motivi di spazio infatti non sempre nelle scuole è possibile garantire il metro di distanza tra una persona e l'altra.

Green pass per i mezzi pubblici: Draghi pensa all'obbligo

Il Cdm guidato da Mario Draghi discuterà anche sul Green pass per prendere i mezzi pubblici e sembra che, stando alle ultime indiscrezioni provenienti da Palazzo Chigi, il premier sia pronto anche qui a dire di sì all'obbligo. Si fa quindi sempre più probabile l'ipotesi di dover usare la certificazione verde anche per viaggiare su treni, navi e aerei dal prossimo 6 agosto. Dovrebbero invece rimanere esclusi tram e autobus.

Nell'ultimo decreto il Presidente del Consiglio aveva lasciato fuori i trasporti, ma questa volta non potrà sfuggire a un tema così importante. L'intenzione è quella di non lasciare buchi in agosto, il mese in cui milioni di persone - tra italiani e stranieri - si sposteranno per turismo nella Penisola italiana, ma anche da e verso altri Paesi. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x