Venerdì, 23 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Giustizia, M5s fa tremare il Governo: "Riforma Cartabia va modificata"

I pentastellati su tutte le furie dopo l'allarme lanciato in commissione Giustizia alla Camera da Nicola Gratteri

20 Luglio 2021

Giustizia, M5s fa tremare il Governo: "Riforma Cartabia va modificata"

Fonte: lapresse.it

"La riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata", così tuonano gli esponenti M5s su tutte le furie per la riforma sulla giustizia. "Tra tutte le critiche espresse da Gratteri - aggiungono - quelle che più preoccupano, poiché prefigurano scenari inquietanti, sono relative alle conseguenze concrete: 'convenienza a delinquere' e 'diminuzione del livello di sicurezza per la nazione'".

Giustizia, M5s fa tremare il Governo: "Riforma Cartabia va modificata"

I parlamentari pentastellati poi proseguono: "Gratteri ha correttamente preannunciato un 'aumento smisurato di appelli e ricorsi in Cassazione' perché 'con questa riforma a tutti, nessuno escluso, conviene presentare appello e poi ricorso in Cassazione non foss’altro per dare più lavoro ed ingolfare maggiormente la macchina della giustizia'. Si tratta di considerazioni che devono indurre tutti a rivedere e modificare nel profondo la riforma, soprattutto con riguardo a prescrizione e improcedibilità. Ne va del futuro del Paese", continuano.

Con le nuove norme sulla prescrizione, asseriscono ancora i pentastellati, "il 50% dei processi anche gravi" non si celebreranno alla luce dell'improcedibilità prevista dopo due anni per l'appello e uno per la Cassazione. A lanciare l'allarme è il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, ascoltato dalla commissione giustizia della Camera. "I 7 maxi processi che si stanno celebrando a Catanzaro per come è prevista oggi la norma saranno dichiarati improcedibili", prosegue.

E ancora: "In termini concreti le conseguenze saranno la diminuzione del livello di sicurezza per la nazione, visto che certamente ancor di più conviene delinquere. Fissare una tagliola con un termine così ristretto vuol dire non assicurare che tutto venga analizzato con la dovuta attenzione", ha aggiunto Gratteri. "A questo punto sarebbe meglio tornare alle norme sulla prescrizione del reato come erano prima della riforma Bonafede, provocherebbero meno danni".

Riforma Giustizia, Aiello (Misto-Idv): "Allarme Gratteri preoccupante"

"L’allarme di Gratteri sulle conseguenze della riforma Cartabia è preoccupante e non può restare inascoltato". Queste le parole di Piera Aiello, deputata di Italia dei Valori e testimone di giustizia sotto scorta commenta l'audizione in commissione giustizia della Camera del procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri sulla riforma della giustizia.

Rimangono "a rischio il 50% dei processi gravi - spiega la parlamentare - e la nuova prescrizione renderà più conveniente delinquere. Senza contare l’impatto sui procedimenti in corso istruiti dalla procura di Catanzaro. Invito tutti i miei colleghi a prendere in considerazione le sue parole e a riflettere sull’opportunità di una riforma che sembra più utile ad acconsentire alle richieste dell’Ue che a rendere la giustizia davvero efficace".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x