Giovedì, 05 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ddl Zan, respinta per un solo voto la sospensiva voluta da Forza Italia e Lega

L'esame in Aula del Senato del Ddl Zan procederà come da calendario, respinta di un voto la sospensione avanzata dalla destra

14 Luglio 2021

Ddl Zan contro l'omotransfobia

Respinta la sospensiva al Senato

L'aula del Senato ha respinto la proposta di sospensiva del Ddl Zan avanzata da Forza Italia e Lega con uno scarto di un solo voto. 136 i a favore dell'esame in aula come da calendario contro i 135 no. Astenuti 14 senatori del Movimento 5 Stelle e 4 senatori di Italia Viva, che non compaiono nei tabulati della votazione. Il Ddl Zan, per ora, resiste.

Ddl Zan, respinta per un solo voto la sospensiva voluta da Forza Italia e Lega

A fronte delle proposte di sospensiva presentate in Aula al Ddl Zan, il Senato dice no: la discussione in aula si svolgerà come da calendario. Scarto bassissimo tra i senatori in Aula oggi 14 luglio nell'incontro decisivo dai toni accesi. 136 senatori hanno votato sì contro 135 che hanno votato no. Un solo voto per respingere la sospensiva voluta dalla destra. Nei tabulati della votazione, qualche astensione (non figura, per esempio, un senatore del Movimento 5 Stelle assente perché in quarantena cautelare) tra Ms5 e Italia Viva. Assente anche Matteo Renzi.

Lega e Forza Italia invece erano schierati a favore della sospensione dell'esame del Ddl Zan. Con loro, a sorpresa, anche due senatori delle Autonomie (nello specifico si tratta di Meinhard e Dieter), ma anche diversi membri del Misto ex M5s. A votare sì, e quindi contro la sospensiva, Pd, M5s e Leu, unitamente a 4 senatori delle Autonomie e 13 di Italia viva. In prima linea a favore della sospensione Matteo Salvini.

Ddl Zan, la sospensiva della destra sulla base di "libertà religiosa"

Il Ddl Zan resiste e il provvedimento prosegue dopo la prima seduta movimentata di ieri martedì 13 giugno. Il Ddl Zan è approdato in Aula al Senato e con la votazione di oggi si pone fine a eventuali rimandi e sospensioni. La proposta di legge prosegue dritta nel suo iter in assemblea, pur nello stallo politico che ha visto gli schieramenti vacillare a un passo dalla discussione. La sospensiva era stata presentata con tre proposte da parte di Forza Italia e Lega. Con la prima, come ricorda il senatore di Forza Italia Giacomo Caliendo, ci sarebbe la necessità di "non abdicare alla funzione parlamentare che consente nel legiferare componendo interessi opposti". Lucio Malan invece (Fi) illustra la sospensiva sulla base del concetto di "libertà religiosa", avanzando di ritirare l'esame della proposta di legge secondo l'articolo 7 della Costituzione.

Ddl Zan oggi in Aula, i prossimi step

Rimangono le indecisioni e le tensioni tra senatori. Il prossimo step decisivo sarà la presentazione degli emendamenti entro il 20 luglio. In questo caso ci sarà una votazione segreta. Se dovesse passare anche solo un emendamento si tornerà alla Camera, dove il Ddl è già stato votato in autunno nella sua forma attuale.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x