Venerdì, 30 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ddl Zan, Salvini si appella a Renzi per cercare accordo: "Così non tutelate gay"

Matteo Renzi chiedono di rivedere gli articolo 1,4 e 7 e tornare alla Camera in 15 giorni. Ma Pd e M5S non vogliono

14 Luglio 2021

Ddl Zan, Salvini si appella a Renzi per cercare accordo: "Così non tutelate gay"

Fonte: lapresse.it

Il leader della Lega Matteo Salvini, ieri, martedì 13 luglio, in Senato, in merito al discusso e discutibile ddl Zan, ha lanciato un appello: "Approvare in un mese una norma di civiltà", ma prima togliere "ciò che divide". E ancora: "È drammatico che in Italia ci sia ancora chi ha paura di dire 'sono gay' o 'sono lesbica' perché c’è qualche coglione pronto a discriminare". Frasi che hanno preso in contropiede gli esponenti del Pd e del M5s. "Sembrava quasi la Cirinnà", ha commentato Davide Faraone di Italia viva.

Ddl Zan, Salvini si appella a Renzi per cercare accordo: "Così non tutelate gay"

Dopo Matteo Salvini, è intervenuto Matteo Renzi. "Si faccia un accordo sui punti degli articoli 1, 4 e 7 e si chieda a tutte le forze politiche di portare la legge Zan alla Camera entro quindici giorni. Se facciamo questo avremo dimostrato che la politica non fa schifo, se si andrà allo scontro muro contro muro e si perderà a scrutinio segreto avrete distrutto le vite di quei ragazzi", dice il leader di Italia viva. "Non siamo influencer e non diciamo che la politica fa schifo, lo dico guardando i colleghi del mio ex partito", continua Renzi.

Ora non ci sarebbe bisogno più di un nutrito gruppo di franchi tiratori per affossare la legge, quando verrà in Aula a scrutinio segreto. Pd e M5s, però, non accettano di alzare bandiera bianca e continuano a spingere per far approvare questa legge così com'è, con quindi tutti i suoi difetti ritenuti inaccettabili dal Centrodestra e da Renzi. Quindi andranno avanti e punteranno al voto prima della pausa festiva. Tuttavia gli emendamenti sono troppi, e dunque l'epilogo di questa vicenda potrebbe arrivare solo a settembre. 

"Andare al voto senza modifiche e con lo scrutinio segreto è una follia", continua Davide Faraone. "Vogliono andare sotto per fare le vittime, sanno anche loro che questo rischio è fortissimo, ma tanto hanno già il capro espiatorio, cioè Matteo, diranno che i franchi tiratori sono i nostri anche se sono i loro". Ma anche il gioco di Renzi è pericoloso, dunque prova ancora a mediare. "Non accetto lezioni da chi fino al giorno prima diceva di sostenere le unioni civili e poi la notte, dopo la telefonata di un alto prelato, all’ultimo minuto cambiò idea. Mi stupisce che i 5 Stelle discutano...", ha dichiarato Matteo Renzi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x