Mercoledì, 28 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ddl Zan, Salvini: "Se sarà bocciato è perché la sinistra ha voluto così"

Il leader della Lega: "La Lega lavora giorno e notte per dare risposte agli italiani"

08 Luglio 2021

Ddl Zan, Salvini: "Se sarà bocciato è perché la sinistra ha voluto così"

Fonte: lapresse.it

Prosegue lo scontro sul Ddl Zan, il cui voto è previsto per il 13 luglio, con la Lega di Matteo Salvini radicata sulle sue posizioni e il Pd che a sua volta non si muove dalle sue. "Non fermiamoci e continuiamo a lavorare", ha iniziato il senatore leghista, Andrea Ostellari. "Questa mattina ho convocato la commissione Giustizia del Senato e illustrato ai commissari il contributo alla discussione sul testo. Si tratta del lavoro di sintesi che martedì avevo consegnato ai presidenti dei gruppi di maggioranza. L'obiettivo deve essere quello di approvare una buona legge, non di piantare una bandierina", continua. 

"Non cediamo ai richiami di chi non vuole il confronto. Uniamo piuttosto chi vuole davvero tutelare le persone. Ho convocato la prossima riunione della commissione per martedì prossimo, prima dell'aula. In quella sede chiederò ai commissari una valutazione sul merito della proposta di sintesi e se sono ancora disponibili, come lo è la Lega, a lavorare per una soluzione condivisa", conclude Ostellari.

Ddl Zan, Salvini: "Se sarà bocciato è perché la sinistra ha voluto così"

La "responsabilità dell'eventuale bocciatura della legge è tutta della sinistra", ha poi detto il leader leghista a Il Messaggero. "La Lega lavora giorno e notte per dare risposte agli italiani su taglio delle tasse e creazione di lavoro, altri da mesi si occupano solo di ius soli e ddl Zan. Ognuno ha le sue priorità, per carità. Detto questo, io gli aumenti di pena per chi discrimina, offende o aggredisce due ragazzi o due ragazze che si amano le approverei oggi stesso. Letta e il Pd invece insistono con l'ideologia, non ascoltando nemmeno gli inviti al dialogo della Santa Sede: la responsabilità dell'eventuale bocciatura della legge è tutta della sinistra.

"La Santa Sede, molte associazioni di lesbiche e di femministe, realtà gay, tutto il centrodestra, Italia Viva e parecchi parlamentari di sinistra, tutti invitano al dialogo", continua il capo del Carroccio. "Ma Pd e 5Stelle non sentono ragioni, piuttosto che una nuova legge preferiscono buttare tutto a mare. È incredibile e irragionevole". "Noi vogliamo difendere il diritto all'amore di chiunque, senza però intervenire a gamba tesa nelle scuole con teorie gender o simili, senza inventare nuovi reati a carico di chi difende la famiglia come riconosciuta dalla Costituzione".

E ancora: "La Lega è al governo per risolvere i problemi, non per crearli. Abbiamo chiesto e ottenuto il rinvio delle cartelle esattoriali di Equitalia, la cancellazione dell'Imu per 100mila famiglie con le case occupate da altri, la conferma della flat tax per le partite Iva fino a 65.000 euro, lo stop a tasse su risparmi e conti correnti. Tutto frutto di lavoro e mediazione, come vorremmo fare con la legge Zan. Ripeto, se Letta non si fida della Lega, penso si debba almeno fidare della richiesta di dialogo arrivata dal Santo Padre". 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x