Venerdì, 23 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Prescrizione, muro del M5s sulla riforma. A rischio il via libera in Cdm

I pentastellati difendono la legge Bonafede. E ora la riforma della prescrizione del governo Draghi torna in bilico. Si rischia lo stop in un infuocato consiglio dei ministri

07 Luglio 2021

Esame avvocato 2021, c'è la data. Cartabia: "Buon lavoro ai 26mila i candidati"

Fonte: lapresse.it

Ombre fosche sulla riforma della prescrizione del governo Draghi. E a spingerle è il Movimento Cinque Stelle. Sulla riforma del processo penale, 'bandiera' grillina del precedente governo, il M5S mostra le difficoltà di una fase di profondo travaglio interno. Domani la riforma Cartabia potrebbe planare in Cdm: il condizionale è d'obbligo, perché sul suo arrivo in Consiglio dei ministri si registrano, in queste ore, voci contrastanti. E se via Arenula sembra propendere, assieme a Palazzo Chigi, per un'accelerazione, c'è chi tra i ministri prova a frenare: "i tempi non sono ancora maturi", il leitmotiv che rimbalza soprattutto nelle file grilline ma non solo.

Prescrizione si teme l'incidente in Cdm

Perché anche in altre forze di maggioranza si teme l'incidente in Cdm, con i 5 Stelle pronti a salire sulle barricate boicottando il voto, sul quale la Guardasigilli vorrebbe invece una forte convergenza. E mentre c'è chi assicura che il Movimento "non vuole cedere" sulla prescrizione, fonti beninformate raccontano all'Adnkronos di un M5S in evidenti difficoltà, dove, in queste ore, si moltiplicano contatti e incontri per definire la linea. Che, al momento, non è ancora chiara.

Lo scontro con il M5s sulla giustizia

I punti più controversi restano la reintroduzione della prescrizione, prevista da Cartabia, seppur con un timing definito e inderogabile per i diversi gradi di giudizio: due anni in appello e uno in Cassazione. E dalla quale i 5 Stelle vorrebbero quanto meno escludere alcune fattispecie di reato. Ma ci sarebbero altri punti, come sul ruolo dei pm, su cui resterebbero delle profonde distanze.

Battaglia nel governo sul processo penale

Oltretutto, in casa 5 Stelle si respira nervosismo per l'accelerazione impressa alla riforma: "è sotto la luce del sole il momento che stiamo vivendo, eppure la riforma del processo penale arriva in Cdm, suona quanto meno indelicato", dice un 'big' del Movimento trincerandosi dietro l'anonimato. Intanto a breve inizierà il preconsiglio, ovvero la riunione preparatoria del Cdm, che non vede la riforma della giustizia figurare nell'ordine del giorno. La revisione del processo penale dovrebbe comunque arrivare nel Consiglio di giovedì, 'fuorisacco'. A meno che i 5 Stelle non riescano ad arginarne l'arrivo, prendendo tempo.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x