Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

M5s, Grillo prepara il piano per il dopo Conte: "Di Maio, Fico e Raggi leader"

Beppe Grillo e Giuseppe Conte hanno entrambi fatto un passo indietro, e potrebbe esserci un accordo. L'ex comico però ha pronto il piano B.

04 Luglio 2021

M5s, Grillo prepara il piano per il dopo Conte: "Di Maio,  Fico e Raggi leader"

Fonte: lapresse.it

La crisi interna del M5s potrebbe risolversi con un accordo tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte, i quali, dopo due settimane di tensione, potrebbero trovare un accordo. Almeno è quello che si stanno augurando i deputati e senatori dello stesso Movimento 5 Stelle che temono una completa disfatta. Il fondatore grillino ha quindi deciso di ascoltare i suoi e aprire una possibilità al nuovo statuto firmato dall'ex premier, intanto però prepara il piano B.

M5s, Grillo prepara il piano per il dopo Conte: "Di Maio, Fico e Raggi leader"

La trattativa per lo statuto pare infatti parecchio difficile, per questo il garante a Cinque Stelle è, in queste ore, al lavoro per una strategia nel caso in cui Conte decida di dar vita a un suo partito. L'idea dell'ex comico genovese è quella di calare un tris d'assi: un M5S guidato da Luigi Di Maio, Roberto Fico e Virginia Raggi. Una sorta di triumvirato che ricorda molto bene le altre scelte politiche di Grillo.

In ogni caso, i tre avrebbero "l'autorevolezza necessaria per imprimere una svolta". Un triumvirato che, come quello formato da Cesare, Pompeo e Crasso, ha però un grande punto debole. Qui, al posto del ricco ma con poca intelligenza politica Crasso, l'anello debole - o meglio, l'anello più debole - potrebbe essere rappresentato dalla sindaca di Roma. Virginia Raggi, infatti, potrebbe perdere la sua carica ancora prima delle prossime elezioni, avendo perso la maggioranza nel consiglio comunale capitolino.

Tutti e tre, in ogni caso, dovrebbero sposare il progetto di Beppe Grillo, almeno da quanto risulta in queste ore, in caso di rottura con Conte. Sanno però di non avere l'autorevolezza per guidare un Movimento già allo sbando. Per questo motivo starebbero tentando in tutti i modi di mediare e provare a ricucire lo strappo tra il garante e Conte. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x