Giovedì, 05 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

M5s, Grillo-Conte ancora distanti. Oggi l'ex premier in conferenza stampa

Giuseppe Conte si prepara a parlare oggi alle 17.30 per fare il punto della situazione, ma Grillo "vuole mantenere il potere che ha nel Movimento"

28 Giugno 2021

M5s, Grillo-Conte ancora distanti. Oggi l'ex premier in conferenza stampa

Giuseppe Conte (fonte foto Lapresse)

É ancora scontro tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo ma sembra che questa volta l'ex premier e il garante del M5s siano pronti al dialogo. Lo scopo è trovare una soluzione alla grave crisi in cui era sprofondato il Movimento. A riaprire la porta a un tentativo di ricomposizione della frattura tra i due è stata la loro ultima telefonata durante la quale, raccontano fonti accreditate, l'ex comico avrebbe rinunciato ad alcuni punti contesi con Conte come quelli su comunicazione e nomine.

M5s, Grillo-Conte ancora distanti. Oggi l'ex premier in conferenza stampa

Dopo la telefonata Grillo-Conte l'idea sarebbe quella di far mantenere a Grillo il ruolo di garante del M5s, come richiesto anche da diversi parlamentari negli ultimi giorni. Chi spera in una pace tra i due contendenti si domanda: "Come farà ora Conte a dire di no?". Ma il divario sembra non essere ancora stato colmato. Le fonti continuano a riferire grande distanza tra i due e chi ha sentito l'ex premier dopo la telefonata con Grillo riferisce sia che ci sono ancora divergenze con il fondatore del Movimento sia che i nodi principali non sarebbero stati ancora sciolti. "Si sta lavorando, il finale non è ancora scritto", continuano.

Intanto è previsto per oggi, lunedì 28 giugno 2021, il discorso di Conte alle 17.30 presso la Sala del Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma per fare il punto della situazione. Tuttavia tra i cosiddetti "contiani" prevale il pessimismo. Il comportamento dell'ex comico di fronte ai deputati non è piaciuto affatto e ha addirittura minato la possibilità di una futura collaborazione. Grillo "vuole solo mantenere il potere che ha nel Movimento" ribadiscono le fonti.

Si apre così l'ipotesi che Conte si stacchi definitamente dal collega e guidi la fondazione di un partito tutto suo. Secondo le indiscrezioni, la previsione al momento è che se tutto dovesse saltare, si tornerebbe a quanto stabilito agli Stati Generali, con la nomina di un consiglio direttivo. Se ci sarà la scissione definitiva, nel Movimento potrebbe tornare la leadership collegiale e ciò gioverebbe a molti parlamentari. La maggioranza però continua a spingere per un accordo Grillo-Conte.

"Beppe - si legge in un post sulla pagina Facebook di Grillo - tu e Gianroberto siete stati dei grandissimi ma, se non vuoi restare solo un visionario, pragmaticamente concedi a Conte di portare avanti i vari progetti ed idee del M5S, altrimenti tutto risulterà vano".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x