Giovedì, 05 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ue, Meloni e Salvini difendono Orban: "Al lavoro insieme, diamo risposte concrete"

FdI attacca "la sinistra e le lobby Lgbt" colpevoli di "imporre la propria visione ideologica". Salvini: "Ogni Stato può decidere cosa insegnare a scuola"

25 Giugno 2021

Ue, Meloni e Salvini difendono Orban: "Al lavoro insieme, diamo risposte concrete"

Giorgia Meloni e Matteo Salvini (fonte foto LaPresse)

Mentre il premier Mario Draghi attacca Viktor Orban sulla questione dei diritti Lgbt, a difenderlo ci pensano Giorgia Meloni e Matteo Salvini. La leader di Fratelli d'Italia, all'indomani dell'incontro a Bruxelles con il primo ministro ungherese e leader del partito conservatore Fidesz, rispondendo alle domande dei giornalisti, afferma: "La nostra intenzione è quella di lavorare a una maggioranza affinché nasca un'Europa confederale che rispetti il principio di sovranità dei singoli Stati nazionali". 

Ue, Meloni e Salvini difendono Orban: "Al lavoro insieme, diamo risposte concrete"

"L'Europa non può occuparsi di argomenti che dovrebbero essere gestiti da Roma, tematiche dunque più vicine al cittadino" continua Giorgia Meloni mentre invoca "la responsabilità di Bruxelles di occuparsi in maniera efficace di politica estera, dato che in Libia si procede ancora in ordine sparso". FdI ribadisce così la "visione comune dell'Europa" anche per "dare risposte concrete ai comuni problemi: difesa dei confini, difesa della famiglia, difesa della sovranità nazionale" spiega Carlo Fidanza, capodelegazione del partito al Parlamento Ue. Senza entrare nel merito della controversa legge ungherese, gli esponenti di FdI affermano con chiarezza la loro posizione e attaccano "la sinistra e le lobby Lgbt" colpevoli di "imporre la propria visione ideologica".

"Io me la sono letta la legge ungherese e credo che ogni Stato possa decidere su cosa insegnare a scuola e sulla giustizia: non capisco le intromissioni" afferma intanto il segretario del Carroccio entrando nel dibattito su Orban, il quale è considerato da Matteo Salvini come uno dei suoi referenti in Europa.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x