Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

M5S, Conte rivale di Di Maio? Lui smentisce e si prepara a guidare il Movimento

L'ex premier ha commentato la nuova composizione del M5s in un'intervista esclusiva. Di Maio "contributo fondamentale", Grillo "presenza insostituibile"

07 Giugno 2021

Crisi di governo,  strategia di Conte: quota 158 e spaccatura di Italia Viva

Giuseppe Conte (foto LaPresse)

L'ex presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha illustrato in un'intervista al "Corriere della Sera" la nuova composizione del Movimento 5 Stelle, commentando come "scelta difficile" ma che "andava compiuta" l'appoggio al governo di Mario Draghi. "Alcune decisioni del governo ci hanno disorientato ma continueremo a sostenerlo". Questa la posizione dell'ex premier, che ha manifestato comprensione e rispetto per chi all'interno del partito si è dissociato da tale scelta.

Conte, con M5s "protagonisti della ripartenza" 

Grande ottimismo da parte di Conte, che vede nella nuova leadership di partito una rinascita per il M5s dopo la sfiducia dell'anno pandemico. Secondo l'ex premier, il movimento "tornerà a far sentire la sua voce in modo chiaro e forte e lavoreremo, come sempre, per il bene del Paese". Prevista anche una maggiore comunicazione con gli iscritti, tutta in digitale. "Li consulteremo ancor più di prima, attraverso una piattaforma telematica che rimarrà lo strumento principale".

Voglia di riscatto e di innovazione, Conte descrive un partito di "respiro più ampio e internazionale", e sottolinea l'importanza cruciale del M5s in tempi di pandemia. "Abbiamo lavorato per la tenuta del Paese durante le fasi più acute della pandemia, vogliamo essere protagonisti anche della ripartenza". Per raggiungere questo obbiettivo promette un M5s "leale e costruttivo", che non rinunci "ai nostri valori e alle nostre battaglie". E senza i no pregiudiziali.

Conte smentisce la rivalità con Di Maio

Nessuna tensione irrimediabile. Giuseppe Conte ribadisce che la sua presunta rivalità con il ministro degli affari esteri Luigi Di Maio è un "dualismo che scompare e riappare sui giornali" da circa tre anni. E continua, "in realtà abbiamo sempre lavorato proficuamente fianco a fianco; Luigi darà il suo contributo fondamentale anche al nuovo Movimento". Diversa invece la situazione con Casaleggio, dove "le strade sono divise". Sul ruolo di Beppe Grillo, Conte ha dichiarato che "nel nuovo movimento la figura del garante non può non essere Grillo, presenza insostituibile".

Conte, "sarò eletto democraticamente"

Ruolo di timoniere per l'ex premier, che si prepara per il nuovo incarico di guida dell'M5s. "sarò chiamato a operare la sintesi in modo da orientare la rotta e tenere la barra dritta", spiega. "Non avremo un uomo solo al comando, ma nuove figure e ruoli con numerosi organi". Suo anche il compito di elaborare un nuovo statuto da votare prima delle cariche elettive. Una mansione che l'ex premier dichiara di aver accolto "con grande entusiasmo".  

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti