Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Immigrazione, Draghi all'Europa: "Puntare sulla redistribuzione"

Per il premier servono interventi efficaci ed umani: "Le immagini di quei bambini sono inaccettabili"

25 Maggio 2021

mario draghi

Sull’immigrazione l’atteggiamento dell’Italia e più in generale dell’Unione europea deve essere soprattutto umano, oltre che efficace. È questo il Draghi pensiero sulla questione immigrazione.

Immigrazione Draghi: "Puntare sui ricollocamenti"

"Le immagini di quei bambini sono inaccettabili" ha detto il premier parlando delle immagini diffuse dalla Open Arms dalla spiaggia di Zuwara in Libia.  

Il riferimento è alle immagini diffuse da Open Arms dalla spiaggia di Zuwara, in Libia. "I primi passi sembrano dimostrare una certa consapevolezza che occorra una risposta solidale non indifferente" ha proseguito il premier riferendosi alla disponibilità degli altri Paesi Ue.

"Per ora sappiamo che saremo da soli fino al prossimo consiglio europeo. Sta a tutti noi prepararlo bene" ha osservato Draghi.

C’è ancora molto da lavorare. "Deve esserci un accordo più efficace. La pura volontarietà dei ricollocamenti dei migranti ha dimostrato di essere abbastanza inefficace"  ha detto  Draghi parlando del tema dell'immigrazione. Il presidente del Consiglio non esclude il criterio di obbligatorietà del ricollocamento ma osserva: "Si può individuare un sottoinsieme di Paesi che si aiutano. Anche sul tema dell'asilo non si è risolto il problema. La volontà di venirci incontro c'è, perlomeno a parole", conclude il premier.

Green pass, Von der Leyen: "Pronto a metà giugno"

Per quanto riguarda il green pass, altro tema caldo per una reale ritorno agli spostamenti, è sempre più vicino.

"Il certificato verde sarà pronto a metà giugno. Si stanno facendo progressi nell'agevolare la libertà di movimento in tutta l'Unione europea e il certificato Ue svolgerà un ruolo importante, quindi, siamo molto felici per l'accordo politico della scorsa settimana che segna una pietra miliare in questo senso: i cittadini saranno in grado di utilizzare un certificato reciprocamente riconosciuto per viaggiare in Europa" ha aggiunto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, al termine del vertice Ue.

"L'infrastruttura IT" necessaria per far funzionare il certificato digitale "sarà pronta dal primo giugno" ha concluso la presidente.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x