Domenica, 09 Maggio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Alleanza M5s e Pd, Letta: "Siamo compatibili e lavoriamo sul programma"

Il segretario del Pd: "Lavoriamo al programma 2023 che però è lontano dalle esigenze che gli italiani in questo momento"

03 Maggio 2021

Alleanza M5s e Pd, Letta: "Siamo compatibili e lavoriamo sul programma"

Fonte: Facebook profilo Enrico Letta

Enrico Letta conferma i continui tentativi del Pd di formare un'alleanza con il M5s. Di più, il segretario del Partito democratico è convinto che i due partiti siano "compatibili", e che assieme possano efficacemente combattere contro la destra e i partiti anti-europei. "Questa cosa delle alleanze sarà un continuo su e giù nei prossimi mesi", ha confermato Enrico Letta, nel corso del suo intervento a 'Il Caffè della domenica', la trasmissione di Maria Latella su Radio24. 

Alleanza M5s e Pd, Letta: "Siamo compatibili e lavoriamo sul programma"

"Dobbiamo fare alleanze, ma chiarisco che con Salvini e Meloni non c'è nessuna forma di compatibilità" che è stata invece verificata "con il Movimento cinque stelle". Dunque, "ci lavoreremo con attenzione e massima determinazione", ha continuato Letta. "Oggi il nostro primo impegno è a sostegno del governo Draghi, poi lavoriamo anche alla costruzione del programma 2023 che però è lontanissimo dalle esigenze che gli italiani stanno vivendo in questo momento".

"Faccio una proposta al governo e alle forze politiche e sociali di sedersi attorno a un tavolo e fare un Patto per la ricostruzione e per il lavoro", ha continuato il segretario del Partito democratico. Il programma prevede 2 misure. "La decontribuzione totale per i nuovi assunti nella fase di ripartenza e la detassazione per le nuove attività imprenditoriali o commerciali".

Alleanza Pd e M5s, Conte: "Obiettivo è campo ampio in vista delle politiche"

Un nuovo passo avanti nell'alleanza tra Pd e M5s è stato fatto anche dal leader grillino Giuseppe Conte. "Avete evocato un campo ampio, per poter affrontare un progetto condiviso che possa essere articolato, fitto di idee e progetti e possa risultare competitivo in vista delle prossime elezioni politiche". Queste le parole di Giuseppe Conte parlando al webinar 'Le Agorà', organizzato dal dem Goffredo Bettini. "Non partiamo da zero: questo campo parte già da una esperienza condivisa, perché abbiamo avuto la possibilità di condividere alcune premesse. Abbiamo lavorato insieme col governo uscente". 

Goffredo Bettini ha quindi incalzato: "Resta per noi decisivo, nel mentre contribuiamo alla salvezza del Paese, definire il profilo e la sostanza di un campo democratico che possa competere con il sovranismo e vincerlo non attraverso vie politicistiche, di pura manovra parlamentare o peggio ancora per via giudiziaria, ma sul campo. Contendendo a esso il consenso degli elettori. Come fu capace nel passato il solo Prodi per ben due volte".

E ancora: "Come è stato durante la nostra esperienza di governo degli ultimi due anni, per tentare questa impresa ci sembra essenziale il rapporto tra le due grandi forze democratiche e anti sovraniste, il Pd e il M5S, che, nella loro diversità, devono trovare il modo di intendersi, di collaborare e di unirsi in vista delle elezioni politiche. Sono due forze che per certi aspetti stanno vivendo una trasformazione e una fase di decollo parallele".

Alleanza Pd e M5s, Letta: "Sforzo radicale nei rapporti anche al nostro interno"

"Se penso a Giuseppe Conte e Elly Schlein, penso che la gente capirebbe che siamo persone in grado di rappresentare quella forma di empatia che darebbe fiducia ai cittadini italiani", riprende Enrico Letta. Ed "empatia vuol dire che noi dobbiamo fare uno sforzo radicale nei rapporti anche al nostro interno. Dobbiamo costruire una coalizione, una piazza grande fatta di persone che si stimano, che devono volersi bene".

Letta ha evidenziato che "il discorso di Conte oggi è stato un discorso importante e impegnativo di convergenza". Dune "credo che abbia detto esplicitamente che gli interessa avviare un cammino comune". "La convergenza fra Leu, M5s e Pd è avvenuta prima sull'azione che sul pensiero, con l'esperienza di governo". Potrebbe presto esserci una convergenza "di pensiero sapendo che, pur nella diversità, abbiamo il compito comune di ricostruire il Paese, riprendere in mano la bussola, definire i punti cardinali e cominciare un viaggio", ha concluso Letta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti