Sabato, 17 Aprile 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccino Covid, Draghi: "Chi salta le liste non ha coscienza"

Il premier: "Come si fa sapendo che si espongono a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?".

08 Aprile 2021

Draghi al Governo

Fonte: lapresse.it

Il Premier incaricato Mario Draghi si è espresso condannato chi salta le file per ricevere il vaccino contro il Covid. "Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili?". Il premier ha fatto però anche il punto della situazione sulla campagna vaccinale dopo il caso AstraZeneca: "La disponibilità dei vaccini non è calata, i numeri sono tornati a livelli precedenti Pasqua. Sta risalendo, secondo il trend previsto dalla programmazione. Non ho dubbi sul fatto che gli obiettivi vengano raggiunti, quello che occorre è concentrarsi su questa fascia d'età".

Vaccino Covid, Draghi: "Chi salta le liste non ha coscienza"

Draghi ha inoltre parlato della possibilità di anticipare le aperture: "Voglio vedere le prossime settimane di riaperture, ma in sicurezza, a cominciare dalle scuole". E ancora: "Le riaperture dovranno esserci ma non ho una data, ci stiamo pensando in questi giorni ma questo dipende dall'andamento dei contagi. Questo è un dato certamente, poi ce ne sono anche altri come l'andamento delle vaccinazioni delle classi a rischio".

"La data del 30 aprile - continua - è quella della scadenza del periodo previsto nell'ultimo decreto, dove si dice anche che qualora l'andamento delle vaccinazioni e dei contagi mostrasse la possibilità si possono riconsiderare le cose anche prima di quella data. Il governo sta lavorando su tutto questo".

"Il ministro Garavaglia ha indicato il 2 giugno per la riapertura del settore turistico? Speriamo, magari anche prima, chi lo sa. La cosa importante è prepararsi alla stagione turistica e non darla per abbandonata", ha concluso il Premier.

Recovery fund, Draghi parla alle Regioni: "Occasione unica, spendere bene"

"Il piano sul recovery è ambizioso ma le sfide si vincono insieme", queste le parole del Premier Mario Draghi alle Regioni e agli Enti locali nel corso della riunione sul Recovery plan. "Il pacchetto del Pnrr è un'opportunità da cogliere, un'occasione unica: bisogna spendere e spendere bene".

All'incontro hanno partecipato, oltre al premier Draghi, la ministra per gli Affari regionali e le Autonomie Mariastella Gelmini, il ministro dell'Economia Daniele Franco, la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro della Pa Renato Brunetta. Il Recovery plan è "un'occasione unica, bisogna spendere bene" i soldi, ha ribadito il Premier.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti