Lunedì, 15 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

cronaca

Il musical 'Notre Dame de Paris' per sordi in progetto inclusione di Roma Tre

23 Maggio 2022

Roma, 23 mag. (Adnkronos) - Il 23 giugno prossimo il Teatro Palladium dell’Università Roma Tre ospiterà l’Accademia Europea Sordi Onlus con la rappresentazione del musical Notre Dame de Paris versione in Lingua dei Segni Italiana (LIS) per persone sorde e udenti. Lo spettacolo sarà riprodotto su un maxi-schermo del teatro Palladium nella versione integrale di Panella Cocciante dell’Arena di Verona e trasmesso con i sottotitoli, mentre sul palco ci saranno altrettanti artisti che interpreteranno la stessa opera in LIS. Lo spettatore avrà la sensazione di vedere uno spettacolo tridimensionale poiché vedrà le immagini e ascolterà i suoni sullo schermo e nella sala percepirà i colori e gli attori sul palcoscenico in lingua dei segni.

Si tratta, spiega in una nota l'Ateneo, di un appuntamento che si inserisce nel più ampio “Progetto Inclusione di Roma Tre”, coordinato dalla professoressa Lucia Cajola, ideato a sostegno dell’apprendimento e della partecipazione alla vita universitaria di oltre 1.600 studentesse e studenti con disabilità (850 studenti) e con disturbi specifici di apprendimento/Dsa (860 studenti) presenti nei tredici Dipartimenti dell’Ateneo.

Ed è proprio nella prospettiva di contribuire alla più ampia diffusione e condivisione della cultura dell’inclusione che l’Università Roma Tre ha avviato da molti anni una molteplicità di attività finalizzate all’inclusione.

Una prospettiva che trova la sua leva strategica in un sistema di rete in Ateneo e nella coralità degli apporti: dagli Uffici coinvolti in generale (alcune unità di personale sono stati formati alla Lis) e dall’Ufficio studenti con disabilità e Dsa in particolare coordinato dal Dirigente della Direzione 7, ai Dipartimenti che operano mediante i Docenti Referenti in ciascuno di essi, nonché degli studenti tutor e del servizio civile universale, appositamente formati, in una interazione sistematica e dialogica, coordinata dal delegato del Rettore, finalizzata al superamento delle barriere che si frappongono al diritto allo studio e alla partecipazione piena alla vita universitaria. Alle barriere si risponde con l’implementazione di fattori ambientali, materiali e immateriali, rispondenti ai bisogni formativi individuali, anche con l’apporto rilevante della Fondazione Roma Tre Education per gli aspetti tecnologici.

In questa direzione, va anche l’iniziativa, attualmente allo studio, “Sport per tutti” che, grazie ad una collaborazione con la Fondazione Santa Lucia Irccs, intende rendere accessibile lo sport alle studentesse e agli studenti con disabilità che desidereranno viverlo in modo inclusivo nella loro Università. Ciò risponde al bisogno di condividere esperienze e spazi formali e informali, dei quali una Comunità, come quella universitaria, deve farsi carico per vivere i principi dell’inclusione, favorendo massimamente anche i processi socio-relazionali ed affettivi.

In modo analogo, si sta sviluppando un’intesa tra Roma Tre e il Comune di Roma per la realizzazione di un Master in Disability & Diversity Management, la cui esigenza in tutti i settori sociali e produttivi è avvertita ormai in modo crescente per l’esercizio dei diritti fondamentali delle persone con disabilità.

Il Progetto Inclusione ha anche previsto e realizzato a favore di tutte le studentesse e tutti gli studenti dell’Ateneo “Il Supporto Psicologico” (ISP). Si tratta di un servizio offerto a titolo gratuito dall’Ateneo e rivolto, nella massima riservatezza, a studenti e studentesse che vivono situazioni di disagio o di malessere psico-fisico con possibili conseguenze sul ciclo di studi. Per le attività di Isp opera un’equipe di psicologi, psicoterapeuti e psichiatri esperti di valutazione e trattamento dei processi cognitivi e delle problematiche psicologiche di adattamento che possono emergere nel percorso accademico.

Isp nasce dalla collaborazione tra l’Università degli Studi Roma Tre e la Fondazione Santa Lucia IRCCS e rientra nell’azione di coordinamento affidato al Delegato del Rettore alla Disabilità, ai Disturbi Specifici di Apprendimento e al Supporto all’inclusione, e nelle funzioni della Direzione 7 dell’Ateneo.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x