Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

spettacolo

Cinema: è morta Claudia Barrett, attrice nel peggior film di fantascienza

10 Giugno 2021

Los Angeles, 10 giu. - (Adnkronos) - L'attrice statunitense Claudia Barrett, interprete di numerosi B-movie e che ha legato la sua notorietà al film fantascientifico "Robot Monster" del 1953, è morta per cause naturali nella sua casa di Palm Desert, in California, all'età di 91 anni. La scomparsa è avvenuta il 30 aprile ma la famiglia ha dato l'annuncio solo ora, come riferisce "The Hollywood Reporter".

Nella pellicola diretta da Phil Tucker, considerata tra le peggiori del cinema di fantascienza, Barrett interpreta Alice, la figlia di uno scienziato tra i pochi sopravvissuti sulla Terra dopo che l'intera umanità è stata decimata dal mostruoso robot Ro-Man e dal suo raggio mortale: l'alieno post-apocalittico vestito con una tuta da gorilla e un casco da sub completo di antenna finirà per innamorarsi della bella ragazza.

Barrett è apparsa in film come "La furia umana" (1949), "Assalto al Cielo" (1950) e "Il bandito gigante" (1950). Ha continuato a recitare in altri film come "Sette strade al tramonto" (1960), "Faccia di bronzo" (1961), "Fuga da Zahiran" (1962) e "5.000 dollari vivo o morto" (1964). Barrett ha smesso di recitare a metà degli anni '60 e ha iniziato a lavorare nella distribuzione e nella pubblicità cinematografica prima di entrare a far parte come dirigente dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Ha anche insegnato recitazione in una scuola di recitazione fondata da Mickey Rooney.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti