Martedì, 15 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

cronaca

Borsellino: Contrada, 'investigatori impreparati, forse non si volevano fare indagini?'

09 Giugno 2021

Palermo, 9 giu. (Adnkronos) - Gli investigatori che stavano indagano sulla strage di via D'Amelio, guidati dal Procuratore di allora Gianni Tinebra, "erano impreparati". Lo racconta in audizione antimafia Bruno Contrada. Che incontrò più volte Tinebra. "Uscendo dall'incontro con il Procuratore mi chiesi: 'ma come farà a indagare su fatti come le stragi del '92? C'era un'impreparazione generale negli apparati investigativi a cui vennero affidate le inchieste, incluso nel Sisde". A quel punto il Presidente della Commissione antimafia Claudio Fava gli chiede: "Forse non si voleva che si facessero investigazioni professionali?". Immediata la replica di Contrada: "Non è solo questo, a volte c'è una ambizione esasperata che passa sopra tutto e che spinge a seguire piste investigative che manifestamente non portano a nulla per la bramosia della carriera. A meno che non si voglia dire che c'era uno scopo preciso nel mettere su una macchina investigativa simile".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti