Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Confindustria ANCMA, due ruote a motore: a novembre + 16% di immatricolazioni rispetto al 2019

Paolo Magri, Presidente di ANCMA: "Malgrado le incertezze e le sfide globali imposte al settore dalla pandemia, abbiamo già raggiunto e superato i volumi di immatricolazione pre-pandemia e il trend non arresta la propria crescita"

01 Dicembre 2021

Confindustria ANCMA,  immatricolazioni moto: a ottobre primo calo dell'anno ma mercato 2021 positivo

Prosegue la tendenza positiva del mercato delle due ruote a motore. Dopo la prima battuta d’arresto dell’anno registrata il mese scorso, i dati delle immatricolazioni di ciclomotori, scooter e moto del mese di novembre, diffusi da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), descrivono nuovamente un incremento complessivo del 16% su un più indicativo e opportuno confronto con il 2019.

Negativa, ma meno significativa invece la comparazione con il 2020 (- 2,4%), anno contraddistinto da instabilità e forti rimbalzi nelle vendite legate alle restrizioni Covid-19, specialmente nel mese di novembre, quando si registrava un + 18,73% totale, con le sole moto a + 40,86%.

“il grande interesse per le due ruote che abbiamo registrato in questi giorni con il successo di EICMA, l’evento espositivo di riferimento per il settore, trova una corrispondenza concreta sul mercato, sia sul fronte della domanda di mobilità che su quello della passione - ha detto il Presidente dall’associazione Paolo Magri - Malgrado le incertezze e le sfide globali imposte al settore dalla pandemia, abbiamo già raggiunto e superato i volumi di immatricolazione pre-pandemia e il trend non arresta la propria crescita, confermando il ruolo centrale di moto, scooter e ciclomotori nella mobilità post Covid”.

Il mercato delle due ruote di novembre

Passando all’analisi dei dati, il mercato del mese di novembre ha registrato complessivamente (ciclomotori + immatricolato) 12.176 veicoli, pari a un decremento del 2,4% rispetto allo stesso mese del 2020. La flessione più consistente è quella dei ciclomotori che, con 1.196 mezzi venduti, perdono il 17,97%. Crescono gli scooter (+1,4%), che immatricolano 6.097 veicoli, passo falso invece per le moto, che registrano un calo del 2,5%, targando 4.883 mezzi.  Come anticipato, il confronto con novembre 2019 evidenzia una crescita complessiva del +16%.

Le immatricolazioni da gennaio a ottobre di ciclomotori, scooter e moto 

Nei primi undici mesi del 2021, ciclomotori, scooter e moto segnano un aumento complessivo del 22,2% pari a 280.248 mezzi targati. Nel dettaglio, i ciclomotori immettono sul mercato 17.675 veicoli, con una flessione del 3,1% sul 2020, mentre dopo lo stop del mese di ottobre, il mercato degli scooter recupera terreno, targando 147.131 veicoli (+21,6%). Rimane robusta la crescita delle moto (+28,1%), che immatricolano 115.442 veicoli. Nel complesso, rispetto ai primi undici mesi del 2019, il mercato cresce del 14,8%.

Il mercato elettrico delle due ruote

L’elettrico chiude il mese di novembre con 816 veicoli venduti, facendo registrare una significativa flessione del - 38,8%, riconducibile agli effetti di commesse dello scorso anno. Il risultato negativo del mese riporta il mercato degli elettrici in pari con novembre 2020: +0,1% e 10.011 mezzi immatricolati. Rispetto ai primi undici mesi del 2019 la crescita del settore si attesta al 122,1%.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x