Venerdì, 01 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

UniCredit rilancia Made4Italy: ancora 5 miliardi per la valorizzazione dei territori italiani

Niccolò Ubertalli, Responsabile di UniCredit Italia: "Mettiamo a disposizione un nuovo plafond di 5 miliardi per sostenere le imprese dei due comparti e potenziare l’attrattività dei territori, con focus sul sostegno alla transizione sostenibile e digitale delle PMI e dei progetti di filiera che andremo a selezionare sui territori"

14 Giugno 2022

UniCredit rilancia Made4Italy: ancora 5 miliardi per la valorizzazione dei territori italiani

Gli italiani riscoprono il Belpaese nel segno della sostenibilità: l’85% di chi partirà nell’estate 2022 trascorrerà le vacanze in Italia – principalmente in Puglia (13%), Sicilia (10%) e Toscana (9%) – e per 1 viaggiatore su 2 saranno all’insegna del contatto con la natura, dell’enogastronomia (39%) e della conoscenza delle tradizioni locali (21%).

Sono alcuni tra i principali dati dell’Osservatorio Turismo 2022 di Nomisma-UniCredit emersi nel corso della presentazione di “Made4Italy”, che UniCredit rilancia oggi destinando un nuovo plafond di 5 miliardi di euro per le imprese italiane del turismo e dell’agricoltura nel triennio 2022-2024, con l’obiettivo di promuovere progetti legati alle identità regionali e favorire un'offerta congiunta tra aziende ricettive e imprese agroalimentari, al fine di valorizzare i territori italiani e attrarre nel Paese nuovi flussi di turismo internazionale.

In linea con gli obiettivi del PNRR, le linee strategiche della nuova edizione di “Made4Italy” prevedono il supporto della banca a progetti che valorizzino il profilo di sostenibilità delle aziende dei due comparti, tra cui il rilancio e la riqualificazione energetica delle strutture ricettive del Paese, e il sostegno alla transizione digitale.

Il nuovo “Made4Italy” è stato presentato oggi a Milano nel corso del Forum delle Economie #ItalianEXPerience, organizzato da UniCredit in collaborazione con Enit, Lonely Planet e Confcommercio Lombardia. Nel corso della giornata è stato inoltre rinnovato l’accordo tra UniCredit ed Enit, attraverso la firma di un nuovo protocollo di intesa, dopo quello firmato nel 2021, finalizzato a rinforzare la collaborazione per l’individuazione, lo sviluppo e la promozione di progetti di filiera sui territori italiani, a promuovere le eccellenze e le innovazioni del settore e a identificare e valutare i migliori strumenti di supporto finanziario alle imprese del comparto turistico.

Unicredit, Niccolò Ubertalli: "Abbiamo messo oltre 5 miliardi di finanziamenti su 16 progetti diversi"

VIDEO-Unicredit, Niccolò Ubertalli: "Abbiamo messo oltre 5 miliardi di finanziamenti su 16 progetti diversi"

Niccolò Ubertalli, Head of Italy Unicredit, in occasione del Made for Italy, a Il Giornale d'Italia: "Made for Italy è un progetto che parte nel 2019, con l’obbiettivo di creare sinergie tra il mondo del turismo e il mondo enogastronomico italiano, che sono due eccellenze italiane, regionali e territoriali. Noi come banca vogliamo riuscire a incentivare queste eccellenze italiane supportandole in tutti i modi in cui possiamo: dai finanziamenti - abbiamo messo oltre 5 miliardi di finanziamenti su 16 progetti diversi che sono già stati fatti nell’ultimo accordo -, e speriamo di fare ancora di più in questa nuova versione, con un turismo che è ripartito e che speriamo sia uno dei trampolini di lancio della nostra Italia". 

"Sì, abbiamo firmato il protocollo d’intesa con Enit. Sono estremamente orgoglioso, ringrazio Enit e tutta la squadra Unicredit per aver firmato questo protocollo, che ci dà un’altra opportunità di rilanciare. Abbiamo passato il Covid facendo comunque delle belle cose, adesso rilanciamo senza Covid e i numeri ci stanno veramente dando ragione: grande ripartenza del turismo in Italia".

"Ascoltavo prima dei veri esperti che mi dicevano che prima di tutto bisogna ascoltarsi, capirsi. Quindi il turismo italiano ha bisogno adesso di rilassarsi, di stare bene e noi come Italia siamo veramente unici nel poter offrire questo, perché dalla Sicilia al Nord riusciamo a offrire unicità enogastronomiche e di turismo, che nessun altro ha al mondo. E questa pluralità di offerta è veramente un’unicità che su cui noi italiani dobbiamo far leva".

Ubertalli: "Focus sul sostegno alla transizione sostenibile e digitale delle PMI e dei progetti di filiera che andremo a selezionare sui territori"

“Turismo e agroalimentare possono generare valore economico e nuove opportunità per le destinazioni italiane e per il rafforzamento del brand Italia – ha spiegato Niccolò Ubertalli, Responsabile di UniCredit Italia. UniCredit dal 2019 con il programma Made4Italy crede in questo binomio vincente per l’Italia. Dopo aver erogato oltre 5 miliardi di euro alle imprese del turismo e dell’agroalimentare nel periodo 2019-2021 e supportato 16 progetti di valorizzazione dei territori, oggi abbiamo voluto rinnovare il nostro impegno. Mettiamo a disposizione un nuovo plafond di 5 miliardi per sostenere le imprese dei due comparti e potenziare l’attrattività dei territori, con focus sul sostegno alla transizione sostenibile e digitale delle PMI e dei progetti di filiera che andremo a selezionare sui territori”.

Enit, Maria Elena Rossi: "La valorizzazione della filiera richiede supporti sostanziali alle idee"

Per Maria Elena Rossi, Direttrice Marketing di Enit, "Ridare centralità alla qualità del credito per un'offerta turistica che sia non solo resiliente ma che si spinga in avanti con convinzione e cognizione è una strategia appropriata ai tempi per rimettere in modo sinergie di ampio respiro. La valorizzazione della filiera richiede supporti sostanziali alle idee. Ci piace molto l'abbinamento di creatività e sostegno economico in forme diversificate che possano dare speranza e rinnovamento al comparto"

Only4U, Isabella Perazzoli: “Interconnettere le eccellenze italiane”

VIDEO-Only4U, Isabella Perazzoli: “Interconnettere le eccellenze italiane”

 

Isabella Perazzoli, Presidente Only4U, a Il Giornale d’Italia: “Only4U nasce per gioco, per l’amore del territorio in cui vivo: l’Emilia. Alla scoperta del territorio dove abito ho capito che l’Italia è ricca di tantissimi angoli nascosti che possono offrire un’enogastronomia di eccellenza, un’offerta culturale altissima, un patrimonio storico molto importante. Quindi nascendo in Emilia e iniziando a lavorare come tour operator agenzia di viaggi che proponeva non solo viaggi all’estero ma anche viaggi che parlassero del nostro territorio, abbiamo pian piano implementato il nostro progetto e lo abbiamo fatto diventare un progetto italiano. Oggi Only4U è a tutti gli effetti una dmc italiana. Questo ci ha consentito, anche grazie al progetto Made for Italy di Unicredit, di iniziare ad avere una connessione importante con chi è protagonista del territorio: i produttori, gli albergatori, chi è proprietario di dimore storiche e castelli.

L’idea che abbiamo avuto è quella di interconnettere tutte queste eccellenze italiane, metterle insieme in un’offerta turistica organizzata, perché oggi l’Italia ha bisogno di un’offerta turistica organizzata, non solo per le città più conosciute ma proprio per quei territori che ancora sono sconosciuti ma sono ricchissimi di offerta e di possibilità di far fare un turismo completamente diverso, slow, green: tutto quello che oggi il turista va cercando. In più, collaborando in modo stretto con gli operatori del territorio enogastronomici, sempre grazie anche alle connessioni che Made for Italy ci ha messo a disposizione, abbiamo creato uno shop a Milano che si chiama Autentico: è un concept store, dove abbiamo raccolto le piccole produzioni di altissima qualità all’interno del negozio; attraverso il prodotto parliamo del territorio, del produttore, e attraverso il prodotto che fisicamente si tocca, si guarda, si degusta, all’interno del negozio siamo in grado di offrire un’esperienza turistica sul territorio stesso. In questo modo siamo in grado di promuovere sempre quelle piccole produzioni e quei piccoli territori che ancora oggi non sono così conosciuti in Italia”.
 

 
 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x