Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Zurich Insurance, primo trimestre: premi lordi nel ramo danni a 11,93 mld (+8%), ramo vita +14%

George Quinn, CFO di Zurich Insurance Group: "Abbiamo assistito a un aumento dei premi per tutte le attività del Gruppo, in particolare nel ramo danni del Nord America, che ha registrato una crescita a doppia cifra della top-line. Nonostante le pressioni inflazionistiche, prevediamo che i premi superino l'andamento dei costi dei sinistri fino al 2023"

12 Maggio 2022

George Quinn

fonte: sito web zurich

Il CdA Zurich Insurance Group ha deliberato i risultati del primo trimestre 2022. I premi lordi contabilizzati per il ramo danni crescono dell'8% a a 11,93 miliardi di dollari, con un incremento del 12% su base omogenea, trainati dalla forte crescita della divisione Commercial Insurance e dall'ulteriore miglioramento del pricing. Sul ramo vita, la nuova produzione APE (annual premium equivalent) è cresciuta del 14% su base omogenea attestandosi a 996 milioni, con un new business margin che si attesta al 25,7%. I premi lordi contabilizzati di Farmers Exchanges si attestano a 6,88 miliardi, in aumento del 29%, grazie all'inclusione del portafoglio di MetLife e alla forte crescita del business. Proseguimento della strategia incentrata sul cliente, con un aumento netto di circa 400.000 nuovi clienti retail.

La posizione patrimoniale è molto solida con uno Swiss Solvency Test ratio stimato al 234% al 31 marzo 2022. Inoltre,  Zurich Foundation supporta le persone colpite dalla guerra in Ucraina con raccolte fondi e altre iniziative in tutta Europa.
 

George Quinn, CFO di Zurich Insurance Group, ha dichiarato: "La guerra in Ucraina e la crisi umanitaria che ha scatenato superano la nostra comprensione. Il Gruppo e la Zurich Foundation hanno fornito sostegno finanziario e logistico e siamo particolarmente orgogliosi dei nostri colleghi che hanno aperto le proprie case alle famiglie in fuga dalla guerra. Sebbene si preveda che gli effetti della guerra portino a perdite significative per il settore assicurativo, non ci aspettiamo un impatto significativo dei sinistri sulle attività del Gruppo. Abbiamo iniziato l'anno in modo positivo e prevediamo di superare tutti gli obiettivi finanziari per il 2022. Abbiamo assistito a un aumento dei premi per tutte le attività del Gruppo, in particolare nel ramo danni del Nord America, che ha registrato una crescita a doppia cifra della top-line. Nonostante le pressioni inflazionistiche, prevediamo che i premi superino l'andamento dei costi dei sinistri fino al 2023. I trend operativi positivi del primo trimestre, insieme alla solidità del bilancio del Gruppo, ci danno la certezza di poter concludere con successo il ciclo strategico attuale nel corso dell'anno."

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x