Venerdì, 30 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

lavoro

Energia, Algieri (Unioncamere): "Pmi al collasso con margini azzerati, a rischio economia Paese"

20 Settembre 2022

Energia, Algieri (Unioncamere): "Pmi al collasso con margini azzerati, a rischio economia Paese"

Roma, 20 set. (Labitalia) - "E' una vera e propria emergenza, le piccole e medie imprese sono al collasso, il caro energia e il caro materiali ha azzerato gli utili e le speranze. Oggi la maggior parte di queste aziende lavorano con margine zero, ma quanto potrà durare tutto? E una cosa deve essere chiara: se si fermano le piccole e medie imprese, che sono 5 milioni e mezzo, si ferma il Paese". E' preoccupatissimo, Klaus Algieri, presidente della Camera di commercio di Cosenza e vicepresidente nazionale di Unioncamere, nel tracciare, intervistato da Adnkronos/Labitalia, l'effetto del boom del costo dell'energia sulle piccole e medie imprese in Calabria, ma anche nel resto del Paese.

Per Algieri, "è chiaro che il boom delle bollette ha effetto anche sulla grande impresa, ma questa, oltre ad avere una situazione patrimoniale diversa, può immediatamente scaricare l'aumento sul prezzo dei prodotti". "Il piccolo fornaio o pizzaiolo che si trova una bolletta da 30mila euro dopo averle sempre pagate da 3mila che cosa fa? Può provare ad andare avanti senza margine ma quanto può durare? Se non ci saranno sostegni sarà costretto a chiudere l'attività", sottolinea amaro il presidente della camera di commercio cosentina.

E la chiusura di tante piccole e medie attività, dice Algieri, "non farà bene neanche alla grande imprese: a chi venderanno poi i loro prodotti? Ci deve essere quindi fronte comune nel mondo delle imprese per chiedere aiuti per superare questa fase terribile", sottolinea amaro.

Azioni urgenti e incisive da mettere subito in campo. "La situazione per le imprese -sottolinea Algieri- è di totale emergenza, servono misure ad hoc a sostegno contro il caro energia, come già avvenuto nel periodo più duro della lotta al Covid. Vanno tolte tutte le accise e le tasse sull'energia, e va permessa la dilazione più lunga possibile nel pagamento delle bollette, senza aggiunta di costi. Ma queste cose vanno fatte subito, non possiamo aspettare che si insedi il nuovo governo a novembre, a quel punto rischiamo che ci sarà ben poco da salvare. Le pmi non vanno lasciate sole, in tantissime sono a un passo dalla chiusura".

E le promesse della politica non bastano più, secondo Algieri. "La politica si ricorda delle imprese solo in campagna elettorale... Se ne dovrebbero ricordare, invece, quando sono in Parlamento, facendo misure che sostengano le imprese in questo difficilissimo momento. Senza le imprese l'economia e il lavoro si fermano, il concetto deve essere chiaro", conclude Algieri.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x