Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

lavoro

Commercio: Avedisco, nel Centro Italia cresce la vendita diretta, 85.000 gli incaricati

11 Agosto 2022

Roma, 11 ago. (Labitalia) - La vendita diretta rappresenta una professione sempre più contemporanea e moderna che custodisce preziosamente la tradizione, rivolgendo al contempo uno sguardo curioso e interessato verso il futuro. Sono sempre più numerosi gli italiani che intraprendono una carriera in questo settore, che offre meritocrazia, versatilità e autorealizzazione per il proprio futuro professionale. Ad assicurarlo Avedisco, Associazione vendite Ddrette servizio consumatori, che rende noto il numero degli incaricati alle vendite nell’area del Centro Italia nel 2021, superiore a 85.000, quasi 15.000 unità in più rispetto al 2020, ovvero il 21,2% delle 402.000 persone impiegate a livello nazionale.

Il settore della vendita diretta registra ottimi risultati anche in termini di fatturato nell’area considerata, con oltre 142 milioni di euro provenienti da Toscana, Lazio, Umbria e Marche, che valgono il 20,1% del totale associativo pari a 707 milioni di euro. A incidere maggiormente sul business del Centro Italia è la Toscana, regione che, con oltre 27.300 incaricati alle vendite e un tasso occupazionale in crescita pari al 6,8%, registra un fatturato di oltre 62 milioni di euro, corrispondente all’8,8% del fatturato nazionale. Segue il Lazio con un giro di affari di oltre 53 milioni di euro - il 7,5% del totale - e quasi 37.800 incaricati alle vendite, che corrisponde al 9,4% degli impiegati a livello nazionale. I numeri degli incaricati alle vendite salgono anche nelle Marche e in Umbria, rappresentando rispettivamente il 3,9% - quasi 15.700 persone - e l’1,1% - superiore a 4.400 persone - del totale associativo, con volumi di vendita pari rispettivamente a oltre 17 milioni e 9 milioni di euro, pari al 2,5% e 1,3% del fatturato totale.

“La vendita diretta in Italia conferma il suo andamento positivo: si tratta di un canale di distribuzione in crescita sia in termini di volume di affari che di opportunità occupazionali”, commenta il presidente Avedisco, Giovanni Paolino. “Il nostro modello di business è perfettamente in linea con il presente; garantisce formazione agli incaricati, mantiene vive le relazioni con i clienti e assicura la qualità dei prodotti, elementi in grado di fare la differenza”, conclude.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x