Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

lavoro

Turismo: Accor aggiunge la nave da crociera Queen Elizabeth 2 al suo portafoglio a Dubai

Il gruppo gestirà il primo e unico hotel galleggiante

09 Maggio 2022

Roma, 9 mag. (Adnkronos/Labitalia) - Accor, gruppo leader mondiale nell'ospitalità con oltre 400 hotel in India, Medio Oriente, Africa e Turchia, aggiunge la nave da crociera di fama mondiale, Queen Elizabeth 2 (QE2), al suo portafoglio. Rilevando le operazioni da maggio 2022, la nave da crociera sarà sottoposta a ulteriori interventi di adeguamento e ristrutturazione prima di entrare a far parte della MGallery Hotel Collection. Una volta completamente ribrandizzata, la Queen Elizabeth 2 diventerà senza dubbio un punto di riferimento per il marchio MGallery e per Dubai in generale. Il gruppo sta collaborando con la Ports, Customs and Free Zone Corporation (Pcfc) Investments Llc, una delle organizzazioni governative sotto il governo di Dubai istituita ufficialmente nel 2001, e comprende una serie di entità e autorità che operano sotto il suo ombrello.

Pcfc Investments Llc (Pcfci) è una società di private equity boutique il cui obiettivo principale è l'investimento in imprese commerciali e la gestione degli asset. Il modello di business della società è incentrato sull'investimento, la proprietà, lo sviluppo e la gestione di beni immobiliari commerciali. La strategia di Pcfc Investments è quella di acquisire ed espandere il portafoglio commerciale della società puntando alla crescita e al miglioramento continuo.

"Siamo molto entusiasti - afferma Saeed Al-Bannai, Ceo di Pcfc investment - di collaborare con Accor su questo progetto. Crediamo che l'esperienza del gruppo porterà la QE2 a una nuova era di operazioni. La Queen Elizabeth, così come la conosciamo, ha fatto la storia e siamo sicuri che Accor manterrà viva la sua eredità, e il ricco patrimonio e la sua notorietà rimarranno una destinazione in sé, dove gli ospiti e i visitatori potranno godere di un'esperienza unica".

Ancorata nel Port Rashid di Dubai, QE2 si trova nelle immediate vicinanze di Sheikh Zayed Road, assicurando un rapido collegamento a tutte le principali attrazioni che la città ha da offrire. L'aeroporto internazionale di Dubai, il Dubai Mall, il Burj Khalifa e La Mer Beach si trovano tutti a meno di 20 minuti, mentre la Palm Jumeirah e il Mall of the Emirates si trovano rispettivamente a 35 e 29 minuti.

"Questa è una grande opportunità per Accor di espandere la sua presenza negli Emirati Arabi Uniti con l'introduzione di un progetto unico che porta diversità al portafoglio, espandendo al contempo la presenza del marchio MGallery in città. Non solo abbiamo realizzato l’unico hotel galleggiante a Dubai, ma stiamo anche contribuendo al Dubai Urban Master plan 2049, con l'obiettivo di tracciare il percorso per uno sviluppo urbano sostenibile, aumentando l'attrattiva della città come destinazione globale", afferma Mark Willis, Ceo di Accor India, Medio Oriente, Africa e Turchia.

Una volta completata la ristrutturazione, MGallery Queen Elizabeth 2 disporrà di 447 camere d'albergo, nove punti di ristoro, dieci sale riunioni, 5.620 mq di area per eventi all'aperto, sei punti vendita, una piscina e una palestra. "Siamo sicuri che, una volta completata, la MGallery Queen Elizabeth 2 diventerà una vera attrazione da visitare, condividendo le sue storie con i suoi ospiti e offrendo un'esperienza davvero indimenticabile a bordo", aggiunge Mark Willis. Accor gestisce attualmente 62 strutture (18.562 camere) negli Emirati Arabi Uniti con 20 strutture (5.831 camere) in cantiere.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x