Venerdì, 12 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

lavoro

Turismo: Zoomarine, stagione 2022 riparte con 500 posti lavoro e oltre 3 mln di investimento

L'inaugurazione di giovedì 14 aprile coincide con il Dolphin day, giornata mondiale dei delfini

12 Aprile 2022

Roma, 12 apr. (Labitalia) - Ben 500 posti di lavoro, oltre 3 milioni di euro di investimenti negli ultimi 3 anni, 384 animali di 33 specie diverse, una media (pre Covid) di oltre 600mila ospiti l’anno, con 60mila studenti in visita, la collaborazione con 15 università italiane e straniere su progetti di tutela e salvaguardia ambientale, il primo Pronto soccorso del mare attivo nella Regione Lazio, una onlus per salvare animali in via di estinzione, una dimostrazione di delfini giudicata tra le migliori al mondo con 10 splendidi esemplari, la possibilità di interazione educativa con i delfini e l’opportunità di conoscere da vicino leoni marini, foche, lemuri, uccelli tropicali, pinguini, tartarughe, scoiattoli volanti, pellicani e fenicotteri. Con questi numeri si inaugura giovedì 14 aprile la stagione 2022 di Zoomarine, il più grande parco marino italiano alle porte di Roma, che si presenta al pubblico profondamente rinnovato, operativo per 171 giorni, a pieno regime da aprile fino al Natale, con un cartellone di oltre 30 eventi in programmazione. Un'inaugurazione che coincide con il Dolphin day, la giornata mondiale dei delfini e che sarà l’occasione per presentare al pubblico la piccola Maya, il cucciolo di delfino nato al parco nel 2020, nonché partecipare (incluso nel biglietto di ingresso) al programma 'Incontra i delfini' con una visita a bordo vasca guidata da un addestratore specializzato nella cura dei mammiferi marini per sensibilizzare il pubblico sulla salvaguardia dell’ambiente e la cura degli animali.

Le persone che assisteranno al programma potranno, inoltre, comunicare con un delfino riproducendo segnali addestrativi, scoprendo ogni curiosità su questi animali così intelligenti e speciali. Una riapertura che vuol essere anche un segnale di piena ripartenza post Covid, dopo 2 anni segnati da continui stop and go e da una fruizione dei Parchi divertimento del tutto ridotta e ampiamente penalizzata dall’emergenza sanitaria. Per festeggiare l’inaugurazione del Parco il 14, 15, 16 e 19 aprile i ragazzi fino a 16 anni entrano gratis (a fronte di un biglietto intero acquistato sul sito di Zoomarine).

Zoomarine è il primo parco divertimenti in Italia interamente accessibile alle persone sorde. Tutte le attività del Parco saranno, infatti, tradotte e comunicate anche nella lingua dei segni (lis), tutte le dimostrazioni con gli animali saranno tradotte in lis e tutti i video diffusi sui canali social verranno sottotitolati.

In accordo con Officina Lis, lo staff di Zoomarine ha iniziato un percorso formativo di avvicinamento alla lis, un progetto che consentirà al personale del Parco una corretta interazione con le persone sorde, offrendo loro una visita pienamente soddisfacente e fruibile in tutte le esperienze. Per ringraziare poi il personale di Croce Rossa e Protezione Civile impegnato nelle tante emergenze quotidiane e nella lotta al coronavirus, Zoomarine offrirà ai volontari, per l’intera stagione, l’ingresso gratuito al parco. Un segno di riconoscenza per un lavoro in prima linea, utile alla comunità, spesso esercitato in condizioni difficili e di grande criticità.

Un’attenzione che ben si sposa con la mission di Zoomarine, da sempre attento al divertimento dei suoi ospiti ma anche a sostenere iniziative sociali, solidali e di integrazione. Il claim del Parco – Ci mettiamo il cuore – segna sin da subito la volontà di Zoomarine di proseguire anche per questa nuova stagione con l’impegno a favore di associazioni, onlus e Istituzioni operative nel sociale. Molti, infatti, gli eventi benefici e le raccolte fondi previsti per la stagione estiva.

“Crediamo nella ripartenza e puntiamo ad una stagione di normalità, sempre salvaguardando la sicurezza e la serenità dei nostri ospiti. Vediamo che nelle persone c’è tanta voglia di relax, di ricercare opportunità di divertimento, di ricominciare a stare insieme". A dirlo Alex Mata, direttore di Zoomarine. "Da qualche anno - spiega - abbiamo ormai cambiato pelle, con un profondo progetto di rinnovamento e di investimenti basati sulla filosofia delle emozioni educative, l’evoluzione naturale nell’edutainment, educazione e divertimento che si fondono nell’obiettivo di offrire ai nostri ospiti esperienze sempre più interattive ed altamente memorabili.

"Quest’anno - ricorda - abbiamo una squadra fortissima, una offerta di attività tra le più ricche che il mercato dei Parchi divertimento possa offrire. L’interazione con i delfini e gli altri animali è per noi una straordinaria opportunità di veicolare messaggi di conservazione e tutela delle specie protette, un’azione che allo stesso tempo fa bene al pubblico e fa bene agli animali. Ci piace dire - sostiene - che a Zoomarine educhiamo custodi del mare, piccoli e grandi ambasciatori che sviluppano conoscenze e sensibilità utili ad un mondo migliore”.

La proprietà di Zoomarine, la multinazionale messicana Dolphin Discovery, azienda leader al mondo nel settore dei parchi tematici con mammiferi marini, presente in 10 paesi con 27 parchi, continua ad investire notevolmente sull’Italia. Secondo la filosofia della capogruppo e nello spirito di un’esperienza internazionale di successo, Zoomarine offre agli ospiti un’esperienza di visita sempre più interattiva, all’insegna di avventura, emozioni e divertimento. I parchi gestiti da Dolphin Discovery sono in Messico, Anguilla, Tortola, Grand Cayman, Jamaica, St. Kitts, Repubblica Dominicana, Stati Uniti, Argentina. In Italia il gruppo The Dolphin Company gestisce 3 parchi: Zoomarine a Torvaianica, Aquafelix a Civitavecchia e Acquajoss a Conselice (Ravenna).

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x