Giovedì, 29 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Posata prima pietra del Centro Europeo Distribuzione Ricambi di Renault

14 Settembre 2022

Posata prima pietra del Centro Europeo Distribuzione Ricambi di Renault

ROMA - Alla presenza del Sindaco di Castel San Giovanni, Lucia Fontana, del Vice Presidente della Provincia di Piacenza, Franco Albertini, dell'A.D. di Renault Italia, Raffaele Fusilli, e dell'A.D. di Vailog, Eric Veron, si è svolta la cerimonia di posa della prima pietra del nuovo Centro Europeo Distribuzione Ricambi del Gruppo Renault. Questo importante progetto si inserisce perfettamente all'interno del Piano strategico Renaulution, lanciato nel 2021 dal CEO del Gruppo Renault, Luca de Meo. Il Gruppo è impegnato, da allora, in una trasformazione ambiziosa e generatrice di valore, sia per l'azienda che per la Rete dei suoi concessionari. In particolare, in ambito post-vendita, la Renaulution comporta un importante percorso di trasformazione di tutti i processi e l'introduzione di nuovi sistemi informatici che consentiranno di migliorare l'esperienza clienti e, di conseguenza, la loro soddisfazione. Il piano strategico, infatti, si pone come obiettivo anche la crescita del business post-vendita, grazie ad una profonda trasformazione della logistica dei ricambi. Essa diventa, così, generatrice di valore, attraverso la modernizzazione e la digitalizzazione sia del centro di logistica che di tutti i magazzini della Rete di concessionari. Quest'accelerazione della trasformazione consentirà di servire più rapidamente e più volte al giorno il cliente finale, grazie ad una maggior efficienza della logistica su tutta la filiera, aumentando notevolmente il volume dei clienti serviti. La progettazione del nuovo centro logistico è stata, sin da subito, improntata all'ecosostenibilità, facendo riferimento alle migliori pratiche di progettazione, costruzione e gestione degli edifici ecosostenibili ed otterrà la certificazione Breeam in Construction, livello Excellent, una delle certificazioni di riferimento a livello europeo per l'ecosostenibilità degli edifici. Questo ambizioso risultato sarà raggiunto anche grazie alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, che si otterrà attraverso l'installazione di un impianto fotovoltaico che coprirà buona parte del fabbisogno energetico del nuovo polo logistico. Ma, oltre ad essere riconosciuto per la sua anima green, Renault è anche un brand che da sempre si contraddistingue per il suo "human touch", per porre sempre la persona al centro delle sue priorità e il progetto a cui è stato dato ufficialmente il via, con la posa della prima pietra e del primo albero, è perfettamente in linea anche con questa priorità della Marca di essere "vicina" alle persone. "Oggi poniamo le basi di quello che sarà un tassello fondamentale della trasformazione, investendo in un nuovo centro logistico che risponda agli standard più moderni in termini costruttivi, che sia innovativo, più efficiente e contribuisca attivamente al raggiungimento dell'obiettivo zero emissioni in Europa entro il 2040. Questo progetto comprende tutti gli elementi chiave della nostra strategia aziendale e il DNA stesso della Marca Renault, accogliente, caloroso, attento alle esigenze di ognuno". ha dichiarato Raffaele Fusilli, Amministratore Delegato Renault Italia. "Oltre ad incarnare la nostra anima green, vogliamo quindi che questo nuovo polo ci consenta di offrire Tempo di Qualità alle persone durante la loro giornata lavorativa ed ecco perché abbiamo integrato nel progetto numerose soluzioni volte a migliorare il benessere sul posto di lavoro, come ad esempio l'introduzione di postazioni ergonomiche, di un microclima controllato e la creazione di diversi spazi ricreativi" conclude Fusilli. Il Nuovo centro di distribuzione ricambi del Gruppo Renault, che comprenderà una superficie di circa 30.000 mq, sarà operativo entro la fine del primo semestre 2023 e servirà l'Italia e la Svizzera. foto: ufficio stampa Renault Group Italia . tvi/com 14-Set-22 16:34

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x