Sabato, 04 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Google, aumento delle restrizioni: i minori potranno chiedere di eliminare le proprie foto dai risultati di ricerca

Nuova policy per Google che ha deciso di aumentare la propria protezione sui minorenni

28 Ottobre 2021

Google, aumento delle restrizioni: i minori potranno chiedere di eliminare le proprie foto dai risultati di ricerca

Fonte: Pixabay

Google ha inserito una nuova politica che consentirà ai minori o ai loro tutori di richiedere la rimozione delle loro immagini dai risultati di ricerca dell'azienda, affermando che "i bambini e gli adolescenti devono affrontare alcune sfide uniche online, specialmente quando una loro foto è inaspettatamente disponibile su Internet."

La politica fa seguito all'annuncio di Google di agosto che avrebbe adottato una serie di misure volte a proteggere la privacy dei minori e il loro benessere mentale, dando loro un maggiore controllo su come appaiono online.

Google, aumento delle restrizioni: un modulo per chiedere la rimozione di un'immagine

Google afferma che il processo per rimuovere l'immagine di un minore dai risultati di ricerca inizia con la compilazione di un modulo che richiede l'URL dell'immagine di destinazione. Il modulo richiede anche l'URL della pagina di ricerca di Google utilizzata per trovare l'immagine e i termini di ricerca utilizzati. La società valuterà quindi la richiesta di rimozione.

Mentre la richiesta potrebbe finire per cancellare le immagini problematiche dagli strumenti di ricerca di Google, "È importante notare che la rimozione di un'immagine dai risultati di Google non la rimuove da Internet", ha affermato la società quando ha annunciato la politica.

I cambiamenti arrivano dopo che Google e altre società tecnologiche hanno affrontato intense critiche per le loro politiche nei confronti dei bambini, che ora vivono sotto gli occhi del pubblico più di qualsiasi generazione precedente, affrontando la prospettiva di avere qualsiasi momento della loro vita condiviso e preservato online, indipendentemente dai propri desideri.

Lo strumento è destinato ai casi in cui il soggetto ha meno di 18 anni. Google afferma che se gli adulti desiderano che il materiale relativo a loro venga rimosso, dovrebbero utilizzare un insieme separato di opzioni.

Google, aumento delle restrizioni: proteggere i bambini e la privacy

Nel 2019, le accuse secondo cui la sussidiaria di YouTube di Google ha raccolto informazioni personali da bambini senza che i loro genitori ne fossero a conoscenza o avessero il consenso, hanno portato la società a pagare un accordo di 170 milioni di dollari alle autorità di regolamentazione statali e federali.

Quando Google ha annunciato per la prima volta l'iniziativa di rimozione delle immagini ad agosto, si è anche impegnata a bloccare gli annunci che prendono di mira le persone in base alla loro età, sesso o interessi se hanno meno di 18 anni. Ha anche detto che la sua divisione YouTube avrebbe cambiato le impostazioni di privacy predefinite sui caricamenti video che sono soggetti alle restrizioni più rigide se provengono da adolescenti di età compresa tra 13 e 17 anni.

Uno dei maggiori aggiustamenti iniziali per gli strumenti di ricerca di Google deriva dall'Europa, dove il caso di un uomo spagnolo ha stabilito il "diritto all'oblio" nel 2014. Nei quattro anni successivi, ha affermato Google, le persone hanno fatto più di 650.000 richieste di rimozione di siti web specifici dai propri risultati di ricerca.

Fonte: npr.org

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x