Martedì, 19 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

SpaceX, Falcon 9 in orbita: è il primo volo senza astronauti professionisti

Girerà intorno alla Terra per tre giorni, a un'altezza di 575 chilometri. A bordo la prima donna di colore a ricoprire il ruolo di pilota

16 Settembre 2021

SpaceX, Falcon 9 in orbita: è il primo volo senza astronauti professionisti

Fonte: instagram @spacex

Partito questa notte, alle 2 in punto (ora italiana), il razzo Falcon 9 targato Space X: ma non si tratta della solita capsula mandata in orbita, questa è senza precedenti: essa girerà per tre giorni in orbita intorno alla Terra, a un'altezza di 575 chilometri, ben oltre la Stazione spaziale internazionale. Ma non è finita qui. Si tratta della prima missione, nel corso della storia, con a bordo civili, gente comune e quindi non astronauti esperti. A progettarla, seguirne passo passo lo sviluppo e infine lanciare il razzo e la capsula - denominata Crew Dragon - è stato il genio americano di Elon Musk.

SpaceX lancia Falcon 9: la missione

Con un equipaggio di soli quattro civili senza alcun professionista nel campo, Elon Musk "azzarda" l'impresa del Falcon 9. Il primo stadio del razzo è decollato dal Kennedy Space Center, in Florida, alle 20 (ora locale) e ha lanciato la capsula che girerà intorno alla Terra per ben tre giorni. Poi Falcon 9 è ritornato sulla terra, pronto a essere riutilizzato. Il secondo stadio invece si è separato come previsto circa 12 minuti dopo il decollo. Tutto è filato liscio, sotto gli occhi increduli di molti. 

Così quattro "turisti spaziali" sono stati lasciati soli a bordo della capsula a girare nel cosmo. Il nome della missione è Inspiration4 e si tratta del primo test in assoluto di un volo senza professionisti. A occupare il ruolo di comandante è  l'imprenditore miliardario Jared Isaacman, lo stesso che ha ideato la missione solo 10 mesi fa. Lo scopo è nobilissimo: sostenere una raccolta fondi a favore del St. Jude Children's Research Hospital di Memphis.

Con il magnate  Jared Isaacman ci sono l'ingegnere Chris Sembroski (scelto tra i donatori della raccolta fondi), la divulgatrice Sian Proctor, prima donna di colore a ricoprire il ruolo di pilota, e la 29enne Hayley Arceneaux, sopravvissuta a un tumore e portatrice di protesi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x