Lunedì, 15 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

007 Usa su Russia: "Potrebbe ricorrere al nucleare". Putin: "Nato imperialista"

Il numero uno dell'intelligence USA , Avril Haines, ha dichiarato che in questo momento Putin e i vertici del Cremlino, potrebbero decidere di ricorrere alle armi nucleari. Ma Putin accusa la Nato di ambizioni imperialiste

Di Maria Melania Barone

30 Giugno 2022

Avril Haines, intelligence USA

007 USA, Avril Haines "Putin farà ricorso al nucleare"

Secondo il numero uno dell'intelligence americano Avril Haines, in questo momento di inasprimento internazionale del conflitto e con l'entrata di Svezia e Finlandia all'interno dell'Alleanza nato, Putin è approdato al passo successivo della guerra, all'escalation che tutti non vorrebbero, cioè al concepire seriamente l'utilizzo di armi tattiche nucleari. Una svolta possibile perché "in questo lasso di tempo" spiega Haines - "è possibile che le forze di Vladimir Putin facciano affidamento su altri mezzi come i cyberattacchi, e ricatti energetici o le armi nucleari per cercare di gestire e proiettare potere e influenza livello globale".

007 Usa su Russia, Putin "Nato in Finlandia? Risponderemo"

Se però l'intelligence americana interpreta l'utilizzo di armi nucleari come uno strumento per esercitare potere, per Putin è l'ultima spiaggia a cui ricorrere per difendere la Russia dalle manovre di accerchiamento internazionali e soprattutto occidentali. L'ingresso di Svezia e Finlandia all'interno dell'Alleanza Nato, nell'ottica russa serve soltanto ad accrescere le ambizioni e l'imperialismo coloniale degli Stati Uniti. Ne consegue che la cerchia mento nato attorno ai territori sovrani della Russia viene concepito come un vero e proprio attacco bellico. Per cui il 29 giugno Putin si è immediatamente precipitato a rilasciare delle dichiarazioni all'agenzia di stampa del Cremlino Ria Novasti, dichiarando che se la Nato dovesse schierare truppe al confine finlandese, la Russia risponderebbe in modo proporzionale.

Al di là dunque delle frasi minacciose di Medvedev e del presidente della Duma russa che minacciano di colpire nuclearmente l'Europa, adottando strategie dialettiche di terrore con il fine di ricordare a tutti che la Russia sa difendersi, che è una potenza nucleare e che va aggiustato il tiro in merito alle relazioni diplomatiche internazionali concernenti la guerra in Ucraina e, sicuramente, anche riguardo al nodo delle sanzioni combinate da usa ed Europa contro il Cremlino.

In questa lotta tra bene e male, tra bianchi e cattivi, l'occidente costruisce la sua narrativa creando delle ipotesi, delle possibilità che vanno date dal intelligenza americana come certe ad esempio l'interesse di Putin ad estendere la sua invasione oltre i confini ucraini.

Benché Putin non abbia mai detto di essere interessato ad andare oltre l'operazione speciale Ucraina, e benché non sia realmente nemmeno interessato a conquistare Kiev, la tesi occidentale prosegue emotiva miliardi in armamenti conferiti al governo di Zelensky.

Putin: "La Nato ha ambizioni imperiali"

E così la guerra prosegue in un rimbalzo di accuse speculari, anche Putin condanna le ambizioni imperiali della NATO che vuole affermare la sua supremazia attraverso il confine in Ucraina, con l'obiettivo di smembrare la Russia: "L'Ucraina e il benessere del Popolo ucraino non è l'obiettivo dell'Occidente e della NATO, ma un mezzo per difendere i propri interessi". In effetti gli interessi in Ucraina gli Stati Uniti li hanno affermati già da tempo, già 15 giorni prima che scoppiassero i disordini a Odessa che portarono all'uccisione di oltre 130 persone nella casa del sindacato. Sin da allora il figlio dell'attuale presidente degli Stati Uniti d'America, posto a capo di una multinazionale del gas per 50.000 dollari di stipendio mensile. Non si comprende e nessuno ha mai compreso le sue reali competenze in merito alla gestione di una multinazionale, Hunter Biden è anche l'autore dei Beautiful things, un'autobiografia in cui parla della sua tossicodipendenza, delle sue frequentazioni sessuali, orge e ammucchiate in nome di alcol e stupefacenti.

007 Usa su Russia, Nato: "La guerra durerà anni"

E dunque forse ha ragione Putin a dire che la nato ambizione Imperiali, già il segretario della nato James Stoltenberg ha dichiarato che la nato ha lavorato duro per impedire che accadesse la guerra in Ucraina perché sapeva già dall'autunno dei propositi di invasione russa nel Donbass. Il segretario generale della NATO poi invita l'occidente a prepararsi ad una guerra molto lunga, una frase pronunciata mentre dalla Casa Bianca alcune fonti dichiaravano che la guerra sarebbe potuta durare fino al 2023.

In effetti le diplomazie Europea hanno fallito nelle trattative di pace ma il fallimento è dovuto alla mancata volontà di realizzarle davvero e così la guerra la pagheranno gli occidentali, con il rincaro energia, con l'inflazione, col caro carburante e col boom di generi alimentari. Le ultime stime infatti, destinate purtroppo indicano una spesa media di 2.300 in più all'anno per famiglia.

di Maria Melania Barone

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x