Martedì, 04 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ucraina e Moldavia ottengono status di candidato Ue. Von der Leyen: "Ma Zelensky riformi la magistratura"

Sì a Ucraina e Moldavia, no alla Georgia perchè deve ancora allinearsi alle politiche Ue. Questa la decisione di oggi con la presidente della Commissione Europea che ha spiegato: "È un giorno storico per il popolo di Ucraina, Moldova e Georgia"

17 Giugno 2022

Urusula von der Leyen, presidente della Commissione europea

Fonte: LaPresse

Ucraina e Moldavia hanno ottenuto l'ok dalla Commissione Ue per la loro candidatura. L'organo presieduto da Ursula Von der Leyen raccomanda al Consiglio europeo che all’Ucraina venga assegnata una prospettiva europea e lo status di Paese candidato all’adesione all’Ue. A patto però che il Paese guidato da Volodymir Zelensky "faccia una serie di riforme". "Sullo Stato di diritto l'Ucraina ha fatto passi avanti mettendo su le Istituzioni necessarie per consentire alla magistratura di funzionare con efficacia" e "ora si deve concentrare nell'accelerare sulla selezione dei giudici della Corte costituzione e del Consiglio superiore della giustizia".

Ucraina e Moldavia ottengono lo status di candidato Ue. No alla Georgia

Oltre all'Ucraina, anche la Moldavia ha ottenuto lo status di Paese candidato, mentre la Georgia che aveva fatto domanda di ingresso, dovrà aspettare. Questo perché "la Georgia condivide le stesse aspirazioni e le stesse potenzialità di Ucraina e Moldavia. La sua domanda ha punti di forza, in particolare l'orientamento al mercato della sua economia, con un forte settore privato. Per avere successo, tuttavia, il Paese deve ora unirsi politicamente per disegnare un percorso chiaro verso le riforme strutturali e l'Unione europea", come aspira von der Leyen.

I pareri odierni si basano sulla valutazione della Commissione alla luce delle tre serie di criteri per l’adesione all’UE concordati dal Consiglio europeo: criteri politici, criteri economici e capacità del Paese di assumersi gli obblighi derivanti dall’adesione all’UE.

Von der Leyen: "Apprezziamo sforzi di Ucraina, Moldavia e Georgia"

Von der Leyen ha affermato: "Ucraina, Moldavia e Georgia condividono la forte e legittima aspirazione di entrare nell’Unione Europea. Oggi stiamo inviando loro un chiaro segnale di sostegno alle loro aspirazioni, anche in circostanze difficili. E lo facciamo restando saldi sui nostri valori e standard europei, definendo il percorso che devono seguire per entrare a far parte dell’UE. I pareri della Commissione segnano un punto di svolta nelle nostre relazioni. Questo è un giorno storico per il popolo di Ucraina, Moldova e Georgia. Confermiamo che appartengono all’Unione Europea. I prossimi passi sono ora nelle mani dei nostri Stati membri".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x