Martedì, 05 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Putin a Draghi: "Gas ininterrotto per l'Italia". È dello "Zar" il primo passo verso la pace

Putin chiama Draghi: "Forniture gas continueranno, ma revocare sanzioni"

26 Maggio 2022

Putin a Draghi: "Gas ininterrotto per l'Italia"

Il presidente russo Vladimir Putin ha parlato al telefono col Premier Mario Draghi garantendo una fornitura ininterrotta di gas all'Italia. Come ha riportato il Cremlino, il presidente russo - chiamato lo Zar in Italia, come sorta di dispregiativo, che in realtà dispregiativo non è dato che dopo gli Zar sono arrivati i ben più pericolosi e sanguinari bolscevichi - ha spiegato a Draghi che Mosca è pronta ad aiutare a superare la crisi alimentare in cambio della revoca delle sanzioni.

Putin a Draghi: "Gas ininterrotto per l'Italia"

Il colloqui tra i due leader è stato confermato anche da palazzo Chigi in una nota. Il colloquio si è incentrato sugli sviluppi della situazione in Ucraina e sugli sforzi per trovare una soluzione condivisa alla crisi alimentare in atto e alle sue gravi ripercussioni sui Paesi più poveri del mondo". Secondo, inoltre, quello che hanno riportato le agenzie di stampa russe, nel corso del colloquio Draghi-Putin non si è parlato solo del gas. I due leader avrebbero anche parlato dei negoziati in corso in vista di una possibile pace, che secondo il leader del Cremlino sarebbero stati sospesi da Kiev, sempre su "ordine" o "consiglio" degli Stati Uniti

"Notando l'infondatezza delle accuse alla Russia" sul tema della fornitura di prodotti agricoli ai mercati mondiali, si legge in una nota del Cremlino, "Putin ha richiamato l'attenzione sul fatto che le difficoltà sorte sono collegate, tra le altre cose, alle interruzioni delle catene di produzione e della logistica, nonché alla politica finanziaria dei paesi occidentali durante la pandemia di coronavirus. La situazione è stata esacerbata dalle restrizioni anti-russe imposte dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea".

Il presidente russo ha inoltre anche sostenuto altresì che Mosca sta facendo "sforzi per garantire una navigazione sicura nel Mar d'Azov e nel Mar Nero". Tale navigazione, secondo Putin, sarebbe "ostacolata" dall'Ucraina.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x