Sabato, 21 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Draghi da Biden: la totale subalternità dell'Italia

Quella che stoltamente e ideologicamente viene appellata "alleanza" è in realtà semplicemente la relazione di subalternità integrale che lega Roma a Washington

Di Diego Fusaro

12 Maggio 2022

Draghi da Biden: la totale subalternità dell'Italia

L'immagine dell'euroinomane Mario Draghi accanto al vegliardo arcobalenico Joe Biden chiarisce con immediata potenza descrittiva i reali rapporti di forza, l'effettiva subalternità incondizionata di Roma a Washington: quella che stoltamente e ideologicamente viene appellata "alleanza" è in realtà semplicemente la relazione di subalternità integrale che lega Roma a Washington, l'Europa tutta alla civiltà dell'hamburger. Washington comanda, Roma esegue: la stessa sporca guerra in Ucraina viene condotta da Roma, soprattutto con sanzioni invio di armi, semplicemente per compiacere il padrone a stelle e strisce, quanta anche ciò sia contro la Costituzione e contro l'interesse nazionale dell'Italia. L'immagine di Draghi in poltrona accanto a Biden fa il paio con quella, di qualche mese fa, che raffigura il noto euroinomane di Bruxelles con, posata sulla spalla, la mano del padrone di Washington: mai vi fu un segnale tanto chiaro della subalternità di una parte rispetto all'altra. Come se ciò non bastasse, su "La Stampa" di Torino compare un surreale articolo firmato da Alan Friedman nel quale si celebra goffamente l'atlantismo di "SuperMario". Insomma, un americano che da uno dei più importanti quotidiani nazionali d'Italia celebra la subalternità del d'Italia a Washington: serve altro per capire quali siano davvero i rapporti di forza che legano l'Italia alla talassocrazia del dollaro?

di Diego Fusaro

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x