Martedì, 25 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Obbligo vaccinale, Corte Suprema Usa: "No a intrusione nella vita e nella salute dei lavoratori"

Con una maggioranza di 6 voti a 3 la Corte Suprema Usa ha deciso di bloccare l'obbligo vaccinale per i dipendenti di grandi aziende voluto dall'amministrazione Biden. Il Presidente: "Deluso"

14 Gennaio 2022

Il Presidente Usa Joe Biden, 2016

Il Presidente Usa Joe Biden, 2016 (fonte foto: lapresse.it)

La maggioranza conservatrice della Corte Suprema ha deciso di bocciare l'obbligo vaccinale per i dipendenti di grande aziende. La decisione comprende anche lo stop all'obbligo di mascherina sul posto di lavoro, così come la necessità di eseguire test anti-Covid a cadenza settimanale. I dipendenti interessati sarebbe dovuti essere quelli attualmente impiegati in aziende che contano almeno 100 lavoratori. Le persone interessate dalla decisione della Corte Suprema sono circa 84 milioni. L'amministrazione Biden, promotrice principale delle nuove regole, si mostra delusa.

USA, Corte Suprema contro l'obbligo vaccinale

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha bocciato l'obbligo vaccinale voluto da Biden: «Ordinare ai cittadini di vaccinarsi contro il Covid o di sottoporsi, a proprie spese, a dei test tutte le settimane, non fa parte dell'esercizio quotidiano del potere federale ma è un'intrusione nella vita e nella salute di una larga parte dei lavoratori dipendenti».

Stephen Breyer, Elena Kagan e Sonia Sotomayor hanno scritto: "Agendo al di fuori della sua competenza e senza fondamento giuridico, la Corte sostituisce i funzionari del governo incaricati di rispondere alle emergenze sanitarie sul posto di lavoro".

Biden: "Deluso da decisione Corte Suprema"

"Sono deluso dalla decisione della Corte Suprema di bloccare misure di buon senso e a tutela della vita per i dipendenti delle grandi aziende", ha affermato Joe Biden in una nota stampa. Il Presidente ha sottolineato che le misure "erano fondate sulla scienza e sulla legge" e ha comunque invitato datori di lavoro e dipendenti "a fare la cosa giusta per proteggere la salute degli americani e l'economia".

La situazione Covid negli Usa: il 62,7% dei cittadini è vaccinato

Nel frattempo il virus continua a correre negli Usa, dove il 62,7/% dei cittadini è vaccinato. Al momento, gli americani che hanno completato il ciclo vaccinale primario sono poco meno dei due terzi della popolazione. E di questa parte solamente il 37% ha ricevuto anche la terza dose. La Corte Suprema proprio a causa dell'intensificarsi della gravità della situazione pandemica nel paese, ha comunque deciso di approvare un obbligo vaccinale. Quello per gli operatori della sanità presso strutture che ricevono finanziamenti dal governo federale. La decisione è passata con il voto favorevole di 5 giudici contro 4. Ad oggi i morti negli Usa, stando ai dati, sono stati circa 840mila da inizio pandemia, ovverosia circa un sesto di tutti i morti nel mondo. I contagiati invece hanno da tempo ampiamente superato i 60 milioni totali, a fronte di una popolazione di circa 330 milioni.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x