Martedì, 19 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Maria Ressa, Nobel per la pace 2021: età, lavoro, figli e carriera

Ecco chi è Maria Ressa, vincitrice, assieme a Dmitry Muratov del premio Nobel per la pace 2021: età, lavoro, figli e carriera e cosa ha fatto

08 Ottobre 2021

Chi è Maria Ressa, Nobel per la pace 2021: età, lavoro, figli e carriera

Fonte: Wikipedia

Ecco chi è Maria Ressa, vincitrice, assieme a Dmitry Muratov del premio Nobel per la pace 2021: età, lavoro, figli e carriera e cosa ha fatto. l premio è andato a loro, spiega il comitato decisionale, per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, che è precondizione per la democrazia e per una pace duratura.

Chi è Maria Ressa, Nobel per la pace 2021

Maria Ressa è nata a Manila il 2 ottobre 1963, ed è una giornalista filippina naturalizzata statunitense, cofondatrice del sito giornalistico Rappler e una delle voci più critiche sull'operato del presidente filippino Rodrigo Duterte. Proprio le sue azioni di denuncia l'hanno portata a vincere il premio per la pace, oltre a causarle un arresto e una condanna. Si tratta poi di una delle 25 figure di spicco della Commissione per la democrazia e l'informazione lanciata da "Reporter senza Frontiere". Ha inoltre lavorato come reporter investigativo nel sud-est asiatico per la CNN.

Il padre di Ressa è morto quando lei aveva un anno. La madre si è poi trasferita negli Stati Uniti, lasciando la figlia e la sorella con la famiglia del padre, ma tornando spesso a visitarle. Successivamente, ha sposato un italo-americano ed ha portato entrambe le figlie negli Stati Uniti. All'epoca Ressa aveva dieci anni. Ressa è stata adottata dal patrigno e ha preso il suo cognome. I genitori si sono poi trasferiti a Toms River, nel New Jersey, dove ha frequentato la Toms River High School North, una scuola pubblica.

Chi è Maria Ressa: età, lavoro, figli, opere e carriera

Ressa ha studiato biologia molecolare e teatro alla Princeton University, dove si è laureata con lode in inglese e diplomi in teatro e danza nel 1986. Ha poi ottenuto un Fulbright Fellowship per studiare teatro politico presso l'Università delle Filippine Diliman. Svolge il ruolo di amministratore delegato del sito web di notizie online Rappler.

Maria Ressa ha vinto l'Overseas Press Club Award per il miglior documentario, il National Headliner Award per Investigative Journalism, una nomination agli Emmy per Outstanding Investigative Journalism, gli Asian Television Awards, TOWNS - Ten Outstanding Women in the Nation's Servizio (Filippine) e TOYM Filippine. Nel 2015, il Philippine Movie Press Club ha conferito a Ressa il premio Lifes Achievement Excellence In Broadcasting.

Nel 2016 è stata elencata da Kalibrr coma uno delle otto personalità più influenti e potenti nelle Filippine. Nel novembre del 2017 Ressa, in qualità di CEO di Rappler, ha ricevuto il Premio Democrazia del 2017 assegnato dal National Democratic Institute a tre organizzazioni alla cena annuale del Democracy Award a Washington, intitolata Disinformation vs. Democracy: Fighting for Facts. Nel giugno 2018, Ressa è stata nominata vincitrice del Golden Pen of Freedom Award della World Association of Newspapers per il suo lavoro con la testata Rappler.

Nel mese di dicembre 2018 è stata inclusa nella copertina Persona dell'anno 2018 di Time dedicata ai giornalisti "guardiani della verità".

Negli ultimi anni il suo sito giornalistico Rappler è diventato uno dei principali critici della presidenza di Rodrigo Duterte e della sua politica di “esecuzioni extragiudiziarie” contro mercanti e fruitori di droghe. Per questo motivo Maria Ressa è stata violentemente attaccata dal Presidente Duterte e da ambienti a lui vicini. In un intervento pubblico del 7 maggio 2019, riportato in un lungo articolo del New York Times Magazine. (articolo del 15 Ottobre 2019, pubblicato nell’edizione cartacea del giornale il 20 Ottobre 2019) , Maria Ressa afferma: "Non abbiamo fatto altro che il nostro dovere di giornalisti, eppure io ho subìto undici processi nell’ultimo anno e mezzo. Ho dovuto pagare una cauzione otto volte in tre mesi. Sono stata arrestata due volte e detenuta una volta".

Nobel per la Pace, va Maria Ressa e Dmitry Muratov

L'annunciato è stato dato da Berit Reiss-Andersen, presidente del Comitato norvegese per il Nobel. Il premio Nobel per la pace (Nobel Peace Prize) è stato istituito dal testamento di Alfred Nobel del 1895 ed è stato assegnato per la prima volta nel 1901, come gli altri premi istituiti da Nobel stesso. Da allora sono 17 le donne che hanno ricevuto il premio Nobel per la pace, mentre sono 25 le organizzazioni insignite. 

A differenza degli altri premi Nobel, quello per la pace viene assegnato in Norvegia, e non in Svezia: la cerimonia di consegna del Nobel per la pace si tiene infatti a Oslo, questo perché all'epoca dell'istituzione dei premi Nobel la Norvegia era ancora unita alla Svezia. Il vincitore del premio viene scelto dal Comitato per il Nobel norvegese, composto da cinque persone scelte dal Parlamento norvegese. L'annuncio della decisione viene effettuato a metà ottobre e la consegna del premio avviene presso il municipio di Oslo. È anche l'unico premio Nobel che può essere assegnato non solo a singole persone, ma anche a intere organizzazioni.

L'assegnazione del premio non si è svolta in 19 occasioni: durante la prima guerra mondiale (1914, 1915, 1916, 1918), nel primo dopoguerra (1923, 1924, 1928 e 1932), durante la seconda guerra mondiale (1939, 1940, 1941, 1942 e 1943) e negli anni della guerra fredda (1948, 1955, 1956) e della guerra del Vietnam (1966, 1967, 1972). Nel 1917 e nel 1944 venne assegnato alla Croce Rossa internazionale.

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x