Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan: continuano gli arrivi a Fiumicino, ma è sempre più difficile partire

I talebani hanno circondato la struttura e c'è chi attende giorni interi tra la folla senza riuscire a entrare

22 Agosto 2021

Afghanistan: continuano gli arrivi a Fiumicino, ma è sempre più difficile partire

Sono 211 i profughi arrivati dall'Afghanistan questa mattina di domenica 22 agosto all'aeroporto di Fiumicino, Roma. Tra loro, ex collaboratori dell'Esercito italiano e di Organizzazioni non governative con le loro famiglie. Continua così il ponte aereo per portare in salvo quante più persone sono ora esposte ai rischi dopo che i talebani hanno preso il controllo del Paese, che per l'Italia parte da Kabul e passa da Kuwait City.

Il volo, un Boeing KC767 dell'Aeronautica militare, è atterrato intorno alle 7 di questa mattina. I rifugiati verranno trasferiti con pullman dell'Esercito presso strutture a loro dedicate, dopo i controlli di routine contro il Covid19. L'operazione, dal nome 'Aquila Omnia', è diretta dal Comando operativo di vertice interforze (Covi) comandato dal generale Luciano Portolano. In tutto le Forze armate hanno in attivo 8 aerei: quattro KC767 che si alternano tra l'area di operazione e l'Italia e altrettanti C130J, questi ultimi dislocati in Kuwait da dove parte il ponte aereo per Kabul.

Afghanistan: continuano gli arrivi a Fiumicino, ma è sempre più difficile partire

Diventa sempre più difficile partire dall'aeroporto di Kabul, dove le persone si stanno ammassando giorno dopo giorno nella speranza di lasciare il Paese e trovare riparo all'estero. Testimoni affermano che i talebani hanno circondato la struttura e c'è chi attende giorni interi tra la folla, sotto al sole cocente senza riuscire a entrare.

Sabato 21 agosto paesi come Stati Uniti e Germania hanno detto ai loro cittadini in Afghanistan di evitare di recarsi all'aeroporto di Kabul, parlando di rischi per la sicurezza. Ad oggi, almeno 12 persone sono state uccise dentro e intorno all'aeroporto a pista singola dalla scorsa domenica, hanno detto funzionari della Nato e dei talebani. Alcuni sono stati fucilati e altri sono morti nella fuga precipitosa, hanno detto i testimoni.

Un funzionario talebano, parlando con i media internazionali sabato, ha affermato che i rischi per la sicurezza sono inevitabili, ma che il gruppo "mira a migliorare la situazione e fornire un'uscita agevole" alle persone che cercano di partire durante il fine settimana. I leader talebani stanno cercando di creare un nuovo governo dopo la presa di potere su tutto il paese, mentre le forze guidate dagli Stati Uniti si sono ritirate dopo due decenni, con il governo appoggiato dall'Occidente e le forze armate che si sono sgretolate nell'arco di pochi giorni.

Afghanistan, i talebani al lavoro per cambiare il Paese

In Qatar, che ospita migliaia di sfollati fino a quando non arriverà l'opportunità di raggiungere un paese terzo, gli afgani fuggiti hanno parlato della disperazione di lasciare i propri cari mentre affrontano il proprio futuro incerto. Uno studente di legge ha parlato di saccheggi da parte dei talebani mentre prendevano il controllo di Kabul, con militanti armati che intimorivano le persone che si recavano all'aeroporto. "Le nostre menti sono tornate a casa perché le nostre famiglie rimangono", ha detto.

Il cofondatore dei talebani, Mullah Baradar, è arrivato nella capitale afghana per colloqui con altri leader. Secondo indiscrezioni, Baradar terrà delle riunioni per preparare un nuovo modello di governo dell'Afghanistan nelle prossime settimane, con gruppi di lavoro diversi dedicati a diverse questioni, dalla sicurezza alla finanza. "Saranno chiamati esperti del precedente governo per la gestione delle crisi", ha detto un funzionario.

Al potere dal 1996 al 2001, guidati anche dalla legge islamica - la Sharia, i talebani hanno impedito alle donne di lavorare o uscire senza indossare un burqa avvolgente e hanno impedito alle ragazze di andare a scuola. Già in questi giorni sarebbero stato approvato il divieto alle classi miste, che potrebbe presto trasformarsi in chiusura delle scuole femminili.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x