Venerdì, 21 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan, Draghi e Biden a colloquio: "Stretto coordinamento a Kabul"

Il presidente americano Joe Biden telefona al premier italiano Mario Draghi. Intanto cresce la disperazione nell'aeroporto di Kabul, evacuazioni troppo lente

21 Agosto 2021

biden draghi

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e il presidente del Consiglio, Mario Draghi, hanno parlato degli "ultimi sviluppi" in Afghanistan. Lo riferisce una nota della Casa Bianca, secondo la quale i due leader "hanno discusso dell'importanza di uno stretto coordinamento" tra il personale militare e civile dei due Paesi a Kabul, "che stanno lavorando insieme instancabilmente per evacuare in sicurezza i loro cittadini, gli afghani che hanno coraggiosamente sostenuto noi e la Nato nello sforzo bellico e altri cittadini afghani vulnerabili".

Biden e Draghi, prosegue la nota, "hanno accolto con favore l'opportunità per il G7 di pianificare un approccio comune sull'Afghanistan al summit in formato virtuale dei leader della prossima settimana".

Afghanistan, evacuazioni lente: disperazione in aeroporto Kabul

Cresce la disperazione intorno all'aeroporto di Kabul, dove regna il caos mentre le evacuazioni diventano sempre più difficili. A sei giorni dalla presa di potere dei talebani, le strade per l'aeroporto restano intasate di traffico, pedoni e posti di blocco. Il video di un soldato americano che solleva un bambino da un muro all'aeroporto è l'ultimo ritratto della disperazione di migliaia di afghani, dopo le immagini terrificanti dei giorni scorsi di persone appese agli aerei in fase di decollo.

Migliaia di soldati americani cercano di regolare l'arrivo di afghani e stranieri, ma il presidente Usa, Joe Biden, ha ammesso che la presenza dei militari non garantisce un passaggio sicuro. "Questo è uno dei ponti aerei più grandi e difficili della storia. Non posso garantire un esito positivo, non posso fare promesse sull'esito dei rimpatri", ha detto il presidente Usa, Joe Biden, in un discorso televisivo.

Gli Usa hanno inviato elicotteri militari per salvare più di 150 americani che non erano riusciti a raggiungere l'aeroporto ieri mattina, ha riferito da Washington un funzionario, confermando la prima notizia di spostamento di truppe americane fuori dall'aeroporto per aiutare le persone che cercano di essere evacuate. Un civile tedesco è stato colpito e ferito mentre si dirigeva verso l'aeroporto, ha confermato un portavoce del governo tedesco. Biden ha fissato il 31 agosto come termine ultimo per completare il ritiro delle truppe dall'Afghanistan, ma il presidente ha avvertito che ci vorrà più tempo.

Secondo la Casa Bianca, circa 13.000 persone sono state evacuate a bordo di aerei militari statunitensi e altre migliaia con aerei inviati da altri Paesi. Nonostante le promesse di talebani, che hanno assicurato che eviteranno vendette, un documento riservato dell'Onu ha accertato che gli insorti vanno casa per casa porta alla ricerca di persone che hanno collaborato con gli americani o con la Nato. I miliziani controllano anche le persone che si recano all'aeroporto di Kabul.

Afghanistan, Biden: "Evacuazione storica, noi unici in grado"

“Questo è una delle più grandi e difficili evacuazioni aeree nella storia, e l’unico Paese nel mondo capace di proteggere con questa forza e dall’altra parte del mondo con questo grado di precisione sono gli Stati Uniti”.     Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, parlando dalla Casa Bianca riguarda la crisi in Afghanistan. Alle sue spalle sono presenti la vicepresidente Kamala Harris e il segretario di Stato Antony Blinken.

Afghanistan, Biden: "Non posso fare promesse su esito rimpatri"

Il presidente Joe Biden vuole riportare a casa dall'Afghanistan tutti coloro che lo desiderano, ma non offre garanzie sull'esito finale della difficile evacuazione da Kabul. “Lasciatemi essere chiaro - ha detto, parlando alla Casa Bianca - tutti gli americani che vorranno tornare a casa, noi li porteremo a casa”.

“Non posso promettere quale sarà il risultato finale - ha aggiunto - o che sarà senza rischio di perdite, ma come comandante in capo vi prometto che mobiliterò ogni risorsa necessaria. E come americano sono grato ai coraggiosi uomini e donne delle forze armate americane che stanno portando avanti questa missione. Sono incredibili”.

Biden: "Evacuati tutti dipendenti Nyt, Wp e Wsj"

“Lavorando in coordinazione con il management di New York Times, Washington Post e Wall Street Journal, siamo riusciti con successo a evacuare tutti e 204 gli impiegati in Afghanistan, imbarcandoli su un aereo militare”. Lo ha detto il presidente Joe Biden, parlando della crisi afghana.

Afghanistan, Biden: "Oltre 13 mila evacuati da 14/8"

Più di 18 mila persone evacuate dall’Afghanistan da luglio, 13 mila dal 14 agosto. Altre migliaia di persone verranno imbarcate su voli privati organizzati dall’amministrazione americana. Sono i dati forniti dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, in un messaggio dalla Casa Bianca.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x