Domenica, 16 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan, l'ambasciata Usa avvertì il team Biden del rischio talebani: ignorata

Nuova imbarazzante rivelazione per l'amministrazione Biden. La rappresentanza diplomatica statunitense a Kabul aveva avvisato il segretario di Stato del rischio collasso. Ma la Casa Bianca non ha fatto nulla per evitarlo

20 Agosto 2021

Segretario di Stato Usa in visita a Roma: "Rapporto forte tra Usa e Italia"

Ogni giorno che passa la situazione per gli Stati Uniti di Joe Biden diventa sempre più imbarazzante. Si sta parlando ovviamente dell'Afghanistan e del ritiro del contingente militare americano dal paese asiatico, abbandonato alla mercé dei talebani (a proposito, ma siamo sicuri che siano davvero il male assoluto?). Ora si viene infatti a sapere che ventitre appartenenti all’ambasciata americana a Kabul avevano firmato un dispaccio inviato, il 13 luglio, al segretario di Stato Antony Blinken in cui segnalavano il rischio di un possibile collasso, subito dopo il ritiro americano dall'Afghanistan. 

Afghanistan, l'ambasciata Usa avvisò il team Biden del rischio talebani

La bomba, per una volta in senso figurato, è sganciata dal Wall Street Journal. Secondo il celebre quotidiano di new York, i diplomatici avevano messo in guardia Blinken dalla rapida avanzata dei talebani e avvertito che le forze regolari afghane stavano cedendo. I documenti confermano dunque che gli Stati Uniti erano a conoscenza della crisi a cui sarebbero andati incontro, ma nonostante questo non si sono fermati.

Anzi, il ritiro è proseguito come previsto. Solo ora Biden mostra qualche segno di pentimento e afferma che il ritiro totale avverrà solo "a certe condizioni". Il presidente Biden ha annunciato mercoledì 19 agosto che le truppe statunitensi potrebbero rimanere in Afghanistan anche oltre il termine di agosto per far uscire tutti gli americani, tutti coloro che non sono stati in grado di farlo prima. La realtà, però, è che il mondo non sembra più potersi fidare ciecamente di Washington, che con il ritiro dall'Afghanistan sembra abdicare al ruolo autodichiarato di "poliziotto globale".

Afghanistan, compromessa l'immagine del team Biden in politica estera?

Ad alimentare questa sfiducia ci pensa appunto la rivelazione del Wall Street Journal. Tornando al documento dell'ambasciata, secondo il quotidiano il dispaccio venne mandato a Blinken e al direttore per la pianificazione politica Salman Ahmad. Il segretario di Stato avrebbe dato velocemente un’occhiata al documento senza però prendere provvedimenti o mutare la linea dell'amministrazione. Episodio che alza diversi dubbi sulla presunta esperienza ed efficienza del team di Biden in politica estera.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x