Venerdì, 25 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cina, l'esercito si mette a dare la caccia agli Ufo: con l'intelligenza artificiale

Crescerebbero gli avvistamenti di Ufo nel paese e Pechino alza la guardia

04 Giugno 2021

Cina: esercito a caccia di Ufo con l'intelligenza artificiale

Fonte: Pixabay

La Cina, sembra incredibile, mobilita l'esercito alla ricerca degli Ufo con la tecnologia più avanzata. Così come l'America possiede la propria task force dedicata alla ricerca di oggetti non identificati, Pechino cerca di avanzare in questo campo e lo fa mettendo in campo uno dei suoi cavalli di battaglia: l'intelligenza artificiale

Secondo quanto rivelato dal ricercatore di Wuhan Chen Li dell'Air Force Early Warning Academy, non bastano i ricercatori umani per stare dietro a tutte le segnalazioni. Gli avvistamenti continuerebbero ad aumentare e la soluzione è già a portata di mano. Ecco quindi che l'Esercito popolare di Liberazione si affida alle macchine per analizzare i dati sugli oggetti non identificati.

Cina, tecnologia per gli Ufo... o per i nemici?

A spingere la Cina verso la soluzione tecnologica per capire la natura di questi avvistamenti non è solo la curiosità. Ci va di mezzo anche - e soprattutto - la sicurezza nazionale.

Un drone o un qualsiasi velivolo nemico che attraversa lo spazio aereo cinese potrebbe ingannare i radar, se utilizza il giusto tipo di interferenze. Per questo ogni avvistamento va analizzato con cura, e il compito dell'intelligenza artificiale è di vedere quei dettagli che possono sfuggire agli analisti umani. "L'intelligenza artificiale pensa fuori dagli schemi - ha detto Chen Li - riesce a fare collegamenti tra dettagli infinitesimali che risalgono a luoghi e momenti diversi: sarebbe difficile chiedere un calcolo simile a un essere umano".

Secondo quanto rivelato dal ricercatore, il programma riesce ad assegnare un "livello di minaccia" ai dati di ogni diverso avvistamento. L'analisi si basa su una complicata e numerosa serie di fattori, che vanno dal livello di radioattività registrato alla traiettoria dell'oggetto volante. Successivamente, sono in grado di capire se c'è una corrispondenza con altri avvistamenti: una maggiore frequenza potrebbe confermare il sospetto di un  velivolo nemico sullo spazio aereo nazionale.

Gli Ufo sono un tema sensibile anche negli altri paesi. A breve uscirà il primo rapporto pubblico del Pentagono, che permetterà a tutti di leggerne alcuni estratti: è la prima volta che l'esercito americano rilascia un file riservato sul tema degli oggetti volanti non identificati.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x