Venerdì, 25 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Facebook sotto indagine dell'Antitrust UE: Europa contro le big tech USA

Nuova mossa di Bruxelles contro i colossi tecnologici americani. Aperta un'indagine contro il social di Zuckerberg per il presunto utilizzo indebito di dati pubblicitari

04 Giugno 2021

 Facebook, Zuckerberg annuncia novità per la piattaforma: 'Non suggerirà più gruppi politici'

Che tra l'Unione Europea e i colossi tecnologici made in USA non corra buon sangue è cosa nota. L'arrivo di Joe Biden alla Casa Bianca avrebbe dovuto abbassare le tensioni anche commerciali tra una sponda e l'altra dell'Atlantico. Cosa che, però, al momento non è successa. Anzi. Dopo le rivelazioni sullo spionaggio americano ai danni di Angela Merkel e di altri parlamentari europei, la Commissione Europea della presidente Ursula von der Leyen (sempre tedesca) risponde prendendo di mira Facebook.

Facebook, indagine antitrust della Commissione UE

La Commissione europea ha infatti aperto un'indagine antitrust formale per valutare se il colosso di Mark Zuckerberg abbia violato le regole di concorrenza dell'UE utilizzando i dati pubblicitari raccolti in particolare dagli inserzionisti per competere con loro nei mercati in cui Facebook è attivo, come gli annunci economici. L'indagine formale valuterà anche se Facebook collega il suo servizio di annunci classificati online "Facebook Marketplace" al suo social network, in violazione delle regole di concorrenza dell'Ue.

Vestager: "Esamineremo eventuali vantaggi indebiti sulla raccolta di grandi quantità di dati"

Come sempre accade in queste circostanze, sul piede di guerra c'è Margrethe Vestager, vice presidente della Commissione con delega all'antitrust. Lei, danese come i servizi segreti che avrebbero aiutato la Nsa americana a spiare Merkel & company. "Facebook è utilizzato da quasi 3 miliardi di persone su base mensile e quasi 7 milioni di aziende fanno pubblicità su Facebook in totale", ha dichiarato la Vestager. "Raccoglie grandi quantità di dati sulle attività degli utenti del suo social network e oltre, consentendogli di rivolgersi a gruppi di clienti specifici. Esamineremo in dettaglio se questi dati diano a Facebook un vantaggio competitivo indebito, in particolare nel settore degli annunci economici online, dove le persone acquistano e vendono beni ogni giorno e dove Facebook compete anche con le aziende da cui raccoglie dati. Nell'economia digitale di oggi, i dati non dovrebbero essere utilizzati in modi che distorcono la concorrenza", ha concluso la vice presidente della Commissione.

L'ipotesi UE: concorrenza falsata

In particolare, la Commissione esaminerà in dettaglio se la posizione di Facebook nei social network e nella pubblicità online le consente di danneggiare la concorrenza nei mercati vicini, in cui Facebook è attivo anche grazie al suo social network, e soprattutto negli annunci online riservati. A seguito di un'indagine preliminare, l'esecutivo di Bruxelles teme che Facebook possa falsare la concorrenza per i servizi di annunci economici online. In particolare, Facebook potrebbe utilizzare i dati ottenuti da fornitori concorrenti nel contesto della loro pubblicità sul social network di Facebook, per aiutare Facebook Marketplace a superarli.

La sfida USA-UE sulla tecnologia. E Biden arriva in Europa

La sfida tra Washington e Bruxelles si sposta anche sulla tecnologia. C'è da scommettere che si parlerà anche di questo argomento negli incontri che Biden avrà durante il suo viaggio europeo della prossima settimana.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x