Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Striscia di Gaza, Israele attacca Hamas: 115 morti dagli inizi degli scontri

Le truppe si sarebbero avvicinate alla Striscia di Gaza già a mezzanotte ma l'esercito terrestre non sarebbe ancor entrato

14 Maggio 2021

Israele e Palestina, ecco cosa sta succedendo: ancora morti e feriti

Fonte: Facebook

Attacco di Israele ad Hamas. Sarebbero 115 i morti e oltre 600 i feriti nella Striscia di Gaza dall'inizio degli scontri tra Israele e Hamas. È questo il tragico bilancio riportato dal Times of Israel, citando il bollettino del ministero della sanità di Hamas. Sette, invece, le vittime di parte israeliana.

Israele attacca Hamas: l'esercito di terra al confine con la Striscia di Gaza

Alla mezzanotte, ora italiana, l’esercito israeliana avrebbe attaccato sia via cielo che via terra come comunicato dalla televisione pubblica “Kann”,  anche se le truppe non sarebbero ancora entrate nella Striscia. Notizia confermata da fonti governative. "Le forze aeree e terrestri dell'esercito israeliano stanno al momento attaccando la Striscia di Gaza", l'annuncio sul profilo Twitter dell'esercito. Ma "le forze di terra non sono entrate nella Striscia", ha poi precisato un portavoce dell'esercito israeliano.

Anche la Difesa israeliana ha precisato che "attualmente non ci sono truppe" dell'Idf, le forze di difesa israeliane, all'interno della Striscia di Gaza. Le forze di terra e dell'aria dell'Idf "stanno conducendo operazioni nei confronti di obiettivi all'interno della Striscia di Gaza".

Massicci bombardamenti da parte delle forze israeliane che hanno utilizzato aerei, elicotteri, vari velivoli oltre a tank e numerose batterie di artiglieria. "Non è ancora l'invasione di terra ma si tratta dell'offensiva maggiore condotta da Israele dall'inizio di questo nuovo conflitto" ha commentato il 'Times of Israel'.

Israele attacca Hamas: le parole del premier Netanyahu

"Ho detto che avremmo fatto pagare un prezzo molto pesante ad Hamas e lo stiamo facendo e lo continueremo a fare con grande forza. La parola fine non è ancora detta e questa operazione continuerà fino a quando sarà necessario" ha dichiarato Benjamin Netanyahu.

"Appoggiamo al cento per cento la polizia e il resto delle forze di sicurezza per riportare la legge e l'ordine nelle città di Israele. Non tollereremo l'anarchia" ha affermato il premier israeliano.

Gli scontri continuano infatti in diverse città israeliane: a Musmus, vicino Haifa, la polizia ha arrestato 12 residenti per lancio di pietre e danneggiamenti. Altre due persone armate di coltelli sono state arrestate a Tel Aviv. Altri 13 arresti a Beersheba.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x