Venerdì, 23 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

AstraZeneca, Unione europea fa causa al colosso farmaceutico: "Violati accordi"

L'iniziativa è stata presa per conto dei 27 Stati membri, "pianamente allienati"

26 Aprile 2021

AstraZeneca, Unione europea fa causa al colosso farmaceutico: "Violati accordi"

Fonte: lapresse.it

L'Unione europea fa causa ad AstraZeneca, per i ritardi e i tagli nelle consegne del vaccino anti Covid. La Commissione Europea "ha avviato venerdì scorso un'azione legale nei confronti di AstraZeneca, sulla base della violazione dell'accordo di acquisto anticipato". Ne dà notizia durante il briefing con la stampa a Bruxelles il portavoce per la Salute Stefan de Keersmaecker

AstraZeneca, Unione europea fa causa: "Violati accordi"

"I termini del contratto - ha continuato de Keersmaecker - non sono stati rispettati e la compagnia non è stata nella posizione di presentare una strategia affidabile per assicurare la consegna puntuali delle dosi". E ancora: "Quello che conta per noi è che vogliamo assicurarci che ci sia una consegna rapida di un numero sufficiente di dosi, cui i cittadini europei hanno diritto e che sono state promesse sulla base del contratto. La Commissione ha avviato questa azione legale per conto proprio e per conto dei 27 Stati membri, che sono pienamente allineati nel sostegno a questa procedura".

Vaccino AstraZeneca, Unione europea: "Avviata azione legale"

"Per quanto riguarda AstraZeneca è stata avviata un'azione legale e nei giorni scorsi l'Irlanda si è aggiunta come una delle parti. In particolare rispetto al completo fallimento di rispettare gli impegni contrattuali per le forniture di aprile, maggio e giugno", aveva detto il ministro della Sanità irlandese, Stephen Donnelly, intervenuto davanti al Parlamento di Dublino nelle giornata di giovedì 22 aprile, preannunciando la battaglia legale.

In quello stesso giorni, l'Ue aveva affermato attraverso il suo portavoce alla Salute che "non ha preso alcuna decisione su un'azione legale" contro AstraZeneca per i tagli nelle consegne di vaccini anti-Covid previsti dal contratto. "Siamo focalizzati sull'assicurare le consegne" di vaccini e "ogni decisione verrà presa insieme agli Stati membri. Guardiamo a tutte le opzioni per assicurare una puntuale consegna delle dosi", ha speigato Stefan de Keersmaecker, durante il briefing con la stampa a Bruxelles. Ora, le sue parole sanno di una strategia che l'Unione europea aveva deciso di mettere in campo contro il colosso farmaceutico.

Una versione che, tra l'altro era stata smentita da Stamani Politico.eu. Il giornale aveva scritto che l'Ue si apprestava a fare causa ad AstraZeneca e che la maggioranza degli Stati membri sarebbe d'accordo. Nel contratto di acquisto anticipato è scritto che, in caso di controversie, viene attivata una procedura di risoluzione amichevole, avviata con una lettera del 19 marzo, che prevede un incontro tra i dirigenti della Commissione e della compagnia. Questo incontro "ha avuto luogo", a livello di direttore generale per la Commissione e di vice-Ceo per la compagnia. Se la procedura non si risolve con un accordo, allora è possibile ricorrere alla giustizia civile che è di competenza del Belgio.
 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x